Incendio Rugi, in attesa delle analisi dell’Arpat resta il timore per i cibi

Si consiglia di continuare a lavare e trattare frutta e verdura da orti e campi dell’area interessata dalla ricaduta dei residui

Continua a far parlare il caso del vasto incendio che ad inizio mese ha devastato parte dell’azienda di recupero rottami e demolizioni Rugi, a Colle val d’Elsa. L’Arpat in una nota ha comunicato di aver “accertato la non pericolosità della grossa nube tossica che si è addensata in aria”, specificando che il rogo ha interessato solo l’interno dello stabilimento, coinvolgendo i materiale ingombranti e non quelli pericolosi. C’è comunque molta attesa e apprensione anche da parte dei cittadini per i risultati delle analisi sui cibi per valutare una eventuale ricaduta di residui. Il Comune di Colle val d’Elsa proprio per questo rinnova l’avvertenza di lavare bene e trattare i cibi provenienti da orti e campi delle aree interessate.

Errebian
Electronic Flare
All Clean Sanex
Estra
Centro Farc
Terre Cablate
Europa Due