Mediateca di Siena, sospesa l’attività: che fine farà tutto il materiale?

Il materiale verrà depositato provvisoriamente nei locale del complesso di San Marco

E’ di pochi giorni fa la delibera della giunta comunale che annuncia la sospensione delle attività della Mediateca di Siena, al momento presente presso i locali del Santa Maria della Scala.

Nel 2003 venne approvato un protocollo d’intesa tra Comune di Siena, Mediateca Regionale Toscana, Associazione Culturale Visionaria e Università degli Studi di Siena, per costituire a Siena una sede distaccata della Mediateca Regionale dove fosse presente un archivio con materiale audiovisivo riguardante arte contemporanea proveniente da istituzioni varie e in particolare dal Museo di Arte Contemporanea delle Papesse . Il protocollo aveva scadenza quinquennale e come sede provvisoria della Meadiateca fu scelto il complesso del Santa Maria della Scala. 

Nel 2016 una nota del Comune di Siena afferma: “Gli oltre 8mila lungometraggi e 20mila cortometraggi raccolti nella Mediateca comunale troveranno, a breve, una nuova sistemazione“. La causa indicata è che i locali del Santa Maria non sono più adeguati a contenere tutta la mole di questo archivio e si riteneva così necessario trasferire tutto il materiale in locali più idonei. Si  limitava inoltre l’apertura della Mediateca a solo due giorni settimanali.

A più di un anno da tale comunicazione arriva la decisione della giunta comunale di sospendere l’attività della Mediateca e di rendere, al momento, inutilizzabile il materiale che possiede. Si legge infatti “che non esistono ad oggi spazi idonei all’interno del Santa Maria della Scala, né in altri immobili di proprietà comunali, per proseguire con le modalità attuali l’attività della Mediateca, che inoltre non sono ancora definiti i possibili assetti futuri della stessa ed è ancora in corso il confronto con la Regione Toscana in merito”.

A quanto pare quindi tutto il materiale di ricerca e studio verrà depositato presso alcuni locali del complesso di San Marco, senza nessun tipo di utilizzo. Il deposito è provvisorio, in attesa di trovare nuovi locali, ma mentre il tempo passa non sarà possibile usufruire di tutto il materiale storico e artistico che la Mediateca contiene.

Veronica Costa

Electronic Flare
Estra
Terre Cablate
Centro Farc
Siena Bureau
Europa Due