Mercato immobiliare Siena, cresce interesse in centro per seconde case da affittare ai turisti

Il collegio senese FIAIP (la Federazione degli Agenti Immobiliari Professionali) ha presentato una fotografia sull’andamento del mercato immobiliare dell’intera provincia relativamente al 2023

Di Redazione | 22 Febbraio 2024 alle 18:00

Il collegio senese FIAIP (la Federazione degli Agenti Immobiliari Professionali) ha presentato una fotografia sull’andamento del mercato immobiliare dell’intera provincia relativamente al 2023.

I valori di mercato al metro quadro mostrano che nel 2023 il numero di compravendite ha registrato una flessione rispetto all’anno precedente ma con un risultato comunque migliore se parametrato al 2021, inoltre restano indispensabili riforme per locazioni e bonus ristrutturazioni.
Da sottolineare, inoltre, che il mercato immobiliare ha visto diventare particolarmente richieste alcune precise tipologie di immobili, infatti si cercano sempre più abitazioni con determinate caratteristiche importanti per una migliore qualità della vita, come la presenza di una stanza da utilizzare per l’attività lavorativa e di un terrazzo o un giardino per godersi al meglio gli spazi all’aperto.

“La rilevazione dei valori di mercato immobiliare residenziale del quarto trimestre 2023 nel Comune di Siena – ha sottolineato la presidente di FIAIP Siena-Arezzo, Ramona Valceanu – ha determinato una contrazione delle compravendite, con stabilità dei prezzi di mercato. Il centro storico evidenzia una stazionarietà dei valori, con una tendenza al rialzo nel mercato delle seconde case. Ciò è dovuto al crescente interesse degli investitori, allo scopo di destinare gli immobili al mercato delle locazioni turistiche”.

“Il semicentro – ha proseguito Ramona Valceanu – resta una zona residenziale molto richiesta perché consente di raggiungere il centro a piedi, con valori di mercato stabili. La periferia, per la tipologia degli edifici da efficientare, registra una lieve flessione con ribasso dei valori. Questo andamento evidenzia una continua domanda per immobili residenziali, alla quale si contrappone una modesta offerta sul mercato”.

“Nonostante l’inflazione – ha concluso la presidente di FIAIP Siena-Arezzo – con il conseguente aumento dei mutui, i valori immobiliari sono rimasti pressoché invariati rispetto alla prima metà dell’anno nei Comuni principali del territorio ampio della Valdelsa, tra cui Poggibonsi e Colle di Val d’Elsa. Entrambi i Comuni segnano un notevole aumento di compravendite per immobili da investimento. Lievissimo calo per gli immobili da ristrutturare a Casole d’Elsa e Radicondoli, mentre si registra una contrazione nel numero di compravendite (ma con valori stabili) a San Gimignano, Castellina in Chianti e Radda in Chianti. Infine, nell’area del Monte Amiata e della Val d’Orcia calo nel numero di compravendite ma prezzi mediamente stabili.



Articoli correlati

Exit mobile version