Mercatone Uno, oggi scatta la cassa integrazione. I lavoratori bloccano i furgoni delle merci

Si aspetta un nuovo incontro tra le parti previsto per fine mese

Si addensano nubi sempre più grigie intorno alla situazione dei lavoratori di Mercatone Uno di Colle. Oggi scatterà la cassa integrazione a 0 ore fino a gennaio 2019 per 21 dipendenti che però non rinunciano a lottare per i loro diritti e proseguono con il loro presidio di fronte all’ipermercato, che va ormai avanti da quasi 10 giorni. Ieri mattina si è registrato qualche momento di tensione quando i furgoni merci  sono stati bloccati all’ingresso dai manifestanti. Nel contempo nuove parole di sostegno arrivano dai sindacati, in attesa di un nuovo incontro tra istituzioni, rappresentanze sindacali e nuova proprietà, Globo, previsto per fine mese.

“La FISAC CGIL di Siena e provincia – si legge in una nota – esprime la propria vicinanza alle lavoratrici e ai lavoratori di Mercatone Uno di Colle Val d’Elsa, impegnati nella lotta per la difesa dei posti di lavoro. Le scelte sbagliate della Proprietà non possono ricadere, ancora una volta, sui lavoratori e le loro famiglie, ai quali va il nostro sostegno in questo difficile momento. Questa vertenza di Mercatone Uno ha un significato che va oltre la necessaria difesa di quei 50 posti di lavoro, poiché rappresenta l’emblema della difesa dei diritti dei lavoratori e dell’economia di un intero territorio colpito da una crisi lunga e profonda. Come FISAC CGIL provinciale esortiamo, infine, le Istituzioni a fare la loro parte, supportando le lavoratrici e i lavoratori in una lotta che, ci auguriamo, possa garantire il salvataggio dell’attuale occupazione”.

Errebian
Estra
Electronic Flare
All Clean Sanex
Terre Cablate
Centro Farc
Europa Due
Siena Bureau