Residenti via Cittadini: “Abbiamo il diritto di chiudere il piazzale e regolare l’accesso con la sbarra”

Continua la querelle: dopo il sopralluogo commercianti-Comune, anche i cittadini incontrano l’Amministrazione

In relazione alla nota controversia sorta tra i residenti ed alcuni commercianti di Via Celso Cittadini, i primi, a seguito del sopralluogo effettuato dai commercianti insieme ad alcuni esponenti dell’Amministrazione comunale (il Vice Sindaco e l’Assessore alle Pari Opportunità) (LEGGI QUI: https://www.radiosienatv.it/querelle-abitanti-commercianti-di-via-cittadini-sopralluogo-del-vice-sindaco-corsi-e-dellassessora-pugliese/ ) hanno voluto precisare alcune situazioni. Anche gli abitanti hanno chiesto ed ottenuto un incontro con il Vice Sindaco ed effettuato un nuovo sopralluogo, alla presenza di un rappresentante del Consiglio Comunale.

“In tale occasione – fanno sapere – abbiamo -innanzitutto- ribadito che tutti i confini del piazzale privato sono stati già oggetto di un procedimento di riconfinazione, curato dagli Uffici comunali e terminato nel mese di marzo scorso; pertanto, l’Ente è escluso dal godimento di tale piazzale. Abbiamo, poi, evidenziato che non corrisponde al vero quanto asserito da costoro, ovvero che sarebbe cessata un’attività commerciale, poiché trattasi di trasferimento avvenuto quando la sbarra non era stata neppure installata. Parimenti, è errato sostenere che sarebbero pregiudicati i diritti dei disabili: essi, infatti, hanno libero accesso nel piazzale, tramite il sistema centralizzato attivabile all’ingresso. Peraltro, rassicurazioni in proposito furono fornite -a suo tempo- anche al Presidente dell’Associazione Paraplegici di Siena, signor Corradeschi”

“La realtà – proseguono – è che i commercianti dispongono, proprio davanti ai loro rispettivi negozi, di 22 posti auto, oltre a quelli dedicati ai disabili, con quattro accessi pedonali; per non parlare del parcheggio ubicato sopra gli esercizi commerciali. Essi, pertanto, non subiscono alcun disagio dalla chiusura del piazzale mediante la sbarra, poiché ai loro clienti -come ora dimostrato- è ampiamente garantito il posto auto per parcheggiare ed accedere agli esercizi commerciali in tutta libertà e comodità. In effetti anche alcuni proprietari  dei fondi commerciali sostengono le nostre identiche ragioni, considerando positivamente la regolamentazione dell’accesso carrabile al piazzale privato. In conclusione, come recentemente rappresentato al Comune nel corso del nostro ultimo incontro, noi residenti abbiamo il diritto di chiudere il nostro piazzale e regolarne l’accesso con la sbarra, peraltro recentemente messa in funzione, in forza di apposita deliberazione assembleare. Soltanto così, infatti, potremo recuperare la serenità della nostra vita quotidiana, che per anni è stata compromessa dall’utilizzo illegittimo del piazzale”.

Errebian
Estra
All Clean Sanex
Electronic Flare
Centro Farc
Terre Cablate
Siena Bureau
Europa Due