Siena: edilizia scolastica, dissesto idrogeologico e sicurezza stradale, il punto dell’assessore Pugliese

Consiglio comunale, l'assessore ai lavori pubblici, nel rispondere a Pietro Staderini (Sena Civitas) e Massimo Mazzini (Per Siena), ha delineato il quadro di tutti gli interventi programmati

Pietro Staderini (Sena Civitas) e Massimo Mazzini (Per Siena) hanno presentato, oggi, in Consiglio comunale, un’interrogazione su quanti e quali progetti in tema di “Dissesto idrogeologico e messa in sicurezza di strade e scuole” sono stati presentati dal Comune e già finanziati dal Governo.

Mazzini nell’illustrare che “Siena non ha capacità di spesa per la crescita e che si colloca al 94° posto su 105 capoluoghi nella ricerca di Fondazione Etica e che, come riporta il Sole 24 Ore, sono già 9.000 i progetti comunali finanziati al 70% da Roma e il restante 30% dal Recovery Plan per un totale di 5,1 miliardi di euro nonché la possibilità di utilizzare i contributi per investimenti “verdi” con un incremento di spesa fino al 40%”, ha chiesto di conoscere “il quadro generale di tali progetti del Comune, quelli approvati e con quali importi, e se sono stati chiesti i contributi riguardanti il verde”.

Il Comune, come ha informato l’assessore ai Lavori Pubblici Sara Pugliese “ha partecipato al bando, a suo tempo pubblicato dal Governo con nove interventi, ritenuti tutti ammissibili”.

Nello specifico interessano: interventi di rifacimento della scuola elementare “A. Sclavo” all’interno della Fortezza Medicea per 1.765.000 euro; lavori di adeguamento sismico delle scuole dell’infanzia di Ginestreto, “S. Marta” (via Orlandi) e “Acquacalda” (via Violante di Baviera) rispettivamente per 380.000, 400.000 e 250.000 euro; interventi di adeguamento antisismico della scuola primaria “Simone Martini” (via Duccio di Boninsegna) per €. 650.000 euro; manutenzione straordinaria per l’adeguamento antincendio di Palazzo Patrizi per 610.000 euro; efficientamento energetico della scuola dell’infanzia “Santa Marta” 250.000 euro; interventi di adeguamento antisismico degli asili nido “Albero dei sogni” ed “Ape giramondo” (viale Vittorio Emanuele) per 350.000 euro; regimazione delle acque bianche in località Cerchiaia e in Strada delle Ropole a Taverne d’Arbia (fase 1 e 2) per 316.000 euro.

“Per questo 2021 – ha proseguito Pugliese – il Comune di Siena pare destinatario del contributo relativo al nono intervento, quello relativo alla regimentazione delle acque bianche a Cerchiaia e in Strada delle Ropole, ed anche se non è ancora pervenuta nessuna comunicazione ufficiale i competenti uffici hanno iniziato a lavorare per poter rispettare tempi e modi previsti dal decreto”. Ai sensi del decreto, ha teso a specificare l’assessore “la graduatoria potrà essere rimodulata in funzione di eventuali rinunce o defezioni ma, comunque, i progetti accolti potranno trovare copertura finanziaria negli anni a seguire. Mentre del primo intervento, riguardante il rifacimento della scuola elementare “A. Sclavo”, è stata approvata la progettazione definitiva in linea tecnica; per il secondo e terzo progetto: adeguamenti antisismici alle scuole dell’infanzia di Ginestreto e “Santa Marta” il contributo è stato ottenuto per la progettazione e, allo stato attuale, risulta già pervenuta; quella definitiva; per tutti gli altri siamo allo stato di fattibilità tecnico-economica. Per il verde, invece, non sono stati inseriti progetti”.

Il consigliere Mazzini ringraziando per la puntuale e precisa risposta ha detto “che spera che tutto ciò contribuisca a far sì che l’indice a cui abbiamo fatto riferimento ci permetta di risalire”. Aggiungendo che “questi fondi sono strumenti importanti, non solo in un’ottica smart e green, ma anche come nuove opportunità di rilancio per il nostro territorio e per i giovani”.