Siena, il comandante della Municipale Manganelli in pensione dal 12 febbraio. "Spero di lasciare un buon ricordo alla città"

Dopo 43 anni di servizio, indosserà per l'ultima volta l divisa nel suo ultimo giorno il 12 febbraio, anniversario della nascita del corpo. "Il ricordo che porto dietro? Aver contribuito, nel 1990, all’arresto del pluriomicida Sergio Cosimini"

Di Redazione | 2 Ottobre 2023 alle 19:15

Era il primo gennaio del 1981 quando ha indossato la divisa per la prima volta. Da allora l’ha onorata ogni giorno rispettando una città che ha amato e continua ad amare come e forse di più di quella stessa divisa. Dopo 43 anni il comandante della Polizia Municipale di Siena Marco Manganelli sarà costretto alla pensione. E giungerà il momento di deporla quella divisa e con lei i tanti ricordi e le tante esperienze tra cui quella di aver contribuito, nel 1990, all’arresto del pluriomicida Sergio Cosimini. Ma il regalo più grande glielo ha fatto il destino: poter indossare per un’ultima volta quella divisa nel suo ultimo giorno di servizio, il 12 febbraio, anniversario della nascita del corpo.

“E’ stata per certi versi ancora più emozionante scoprire questa cosa – racconta il Comandante Manganelli -. Sono contento di aver fatto tutto quello che portato avanti anche rimanendo in seconda fila, senza situazioni particolarmente eclatanti che poi rientra anche nelle mie cifre caratteriali. Mi auguro di lasciare un buon ricordo alla città”.

E dei tanti ricordi che invece lei si porterà dietro, ce n’è qualcuno in particolare?

“Sono due i ricordi che hanno contraddistinto la mia attività e la mia appartenenza alla Polizia Municipale. Il primo quando insieme ad un collega, nell’ormai lontano 1990, ho contribuito ad arrestare una persona che aveva ucciso due colleghi dell’Arma dei Carabinieri; è stato un momento molto toccante. Per altri aspetti l’altro momento toccante, ripensandoci con il senno di poi, è stato quando ho detto per l’ultima volta ‘Fantini a cavallo’ nell’Entrone per il Palio del 16 agosto 2023”.

Cristian Lamorte



Articoli correlati

Exit mobile version