I soci Robur impugnano l’assemblea di marzo: avviata notifica dell’atto di citazione

Le precisazioni di Pietro Mele sull’assemblea della Robur

“In riferimento a quanto discusso ieri in seno all’Assemblea di Robur Siena il giorno 22/6 u.s., con riguardo alla sua validità e in sostegno alle mie dichiarazioni – scrive Pietro Mele, socio Robur –  ho avuto conferma quest’oggi che l’Avv. Gianluca Taglioni del Foro di Roma ha avviato notifica dell’atto di citazione indirizzato a  Bianchi Massimiliano, Bracco Manolo, Commisso Luca, Canessa Eleonora Lorenza, Dalmonte Roberto, Fior Claudio, Macchiavello Daniela, Magagnini Saverio, Matteucci Paola, Pescaglini Marinella, Pozzi Patrizia, Immobiliare Federico s.r.l. tutti soci della stessa Robur Siena srl  (anch’essa destinataria dell’atto giudiziario) nell’interesse e su incarico dei soci di minoranza di quest’ultima società, signori:  Duccio Panti, Renato Romei, Luciano Ghezzi, Laura Bicchi   Mauro Berrettini n.q. di legale rappresentante p.t. della Civitas Pietra s.r.l. Stefano Bisciarri n.q. di legale rappresentante p.t. della BS Autotrasporti s.p.a. Clodio Caselli  Lorenzo Turillazzi  Cesare Lazzeroni Jacopo Norelli e Luigi Fumi Cambi Gado Alberto.

Con il predetto atto di citazione gli istanti sopra elencati hanno impugnato, nella loro qualità di soci della Robur Siena s.r.l.,  ex art. 2479-ter c.c. avanti al Tribunale di Firenze sezione imprese, la delibera dell’assemblea straordinaria del 29/03/2017 con la quale la Robur Siena s.r.l. ha approvato il nuovo statuto sociale, nonchè il prodromico e collegato atto di cessione delle quote del 10/03/2017-13/03/2017, con il quale la Immobiliare Federico srl cedeva lo 0,28% complessivo della propria partecipazione della Robur Siena s.r.l. pari allo 0,02% ciascuno, ai nuovi soci sopra indicati, che in virtù di tale atto di cessione, partecipavano alla menzionata assemblea del 29.03.17 approvando il nuovo statuto”.