Stazione Medioetruria, Rfi sceglie Creti. Baccelli: "La partita non è finita, l'analisi fatta non è obiettiva"

L'assessore regionale a Siena Tv: "Non siamo soddisfatti neanche del metodo, avevamo presentato tante richieste di integrazioni come valutare in positivo le infrastrutture già presenti e non è stato fatto"

Di Filippo Meiattini | 30 Novembre 2023 alle 21:00

“Credo che la partita non sia risolta con questo documento”. Non usa mezzi termini l’Assessore regionale ai trasporti e alle infrastrutture Stefano Baccelli per commentare l’analisi redatta da Rete Ferroviaria Italiana (Rfi) in cui viene indicata Creti come la zona migliore per la realizzazione della stazione Medioetruria.

L’incontro ha lasciato insoddisfatto l’assessore, in rappresentanza della Regione Toscana, per una serie di motivi: “Avevamo chiesto che l’obiettivo di questa analisi fosse una soluzione con tre ipotesi per consentire alla politica, quindi a Toscana e Umbria, di trovare una soluzione concordata – ha detto Baccelli ai nostri microfoni -. Non siamo soddisfatti neanche del metodo, avevamo presentato tante richieste di integrazioni come valutare in positivo le infrastrutture già presenti e non è stato fatto”. Entrando nel merito del documento l’assessore ha affermato: “Non abbiamo capito come mai per quanto riguarda Creti è previsto un breve collegamento con la provinciale ma non l’inevitabile adeguamento della provinciale stessa, dal costo di circa 50 milioni. Non c’è stata un’analisi dei vincoli idrogeologici. Non abbiamo neanche avuto una risposta sulla fonte di riferimento dei dati scelti da Rfi. Quindi non la riteniamo un’analisi obiettiva”.

La palla adesso è nel campo della politica: “Ci eravamo premurati di avere tre opzioni per lasciare alla politica le sue scelte. Rimane il fatto incontrovertibile che, ai sensi di legge, non si può scegliere un’ubicazione a dispetto della regione che dovrebbe ospitare quella stazione. Tutto prevede che ci sia un’intesa tra Stato e Toscana e questo non stato un passaggio che ci ha soddisfatto” ha concluso Baccelli.

Filippo Meiattini

Filippo Meiattini è nato a Siena il 13 gennaio del 1999. A febbraio del 2021 è diventato giornalista pubblicista. Non ama parlare di sé, soprattutto in terza persona.



Articoli correlati

Exit mobile version