“Sulla mia pelle” in streaming su Netflix, il Pendola toglie il film dalla sala

Il direttore Pasqualini: “Leso il principio di centralità della sala e della sua sopravvivenza”

L’atteso film sulla storia di Stefano Cucchi Sulla mia Pelle”, per la regia di Alessio Cremonini e prodotto da Lucky Red non andrà in sala al Cinema Pendola. La cooperativa Nuova Immagine ha deciso infatti di cancellarlo dalla programmazione in quanto la casa di produzione ha immesso il film in contemporanea nello streaming di Netflix. Un caso che ha creato forti malumori e polemiche, specie dopo la presenza della pellicola al Festival di Venezia (lo stesso è avvenuto per “Roma” di Cuaròn, poi vincitore del Leone d’Oro) generando prese di posizione da parte degli addetti ai lavori , categorie esercenti e federazione italiana cinema d’essai, che hanno deciso unitamente di non fare uscire la pellicola nei cinema, per via del danno provocato.

“E’ stato leso il principio di centralità della sala e della sua sopravvivenza – ha detto ai nostri microfoni Auro Pasqualini, direttore della cooperativa Nuova Immagine – con un danno economico notevole. Lucky Red ha ricevuto finanziamenti pubblici per fare uscire il film nelle sale, e si è comportato diversamente: abbiamo così deciso con le associazioni di categoria di non farlo uscire al cinema. Una scelta presa per sensibilizzare opinione pubblica e ministero dei beni culturali affinche vengano approvate nuove normative per regolare la cronologia di uscita dei film ed evitare la lesione dei principi di sopravvivenza delle sale cinematografiche”.

Estra
Electronic Flare
Centro Farc
Terre Cablate
Europa Due
Siena Bureau