Valentini-Scaramelli, rapporti ancora tesi

 L’assessore Mazzini dalla parte del sindaco

“Ritengo che le prospettive di sviluppo e la soluzione di alcuni problemi della nostra città non possano che passare attraverso un rapporto stretto e collaborativo con le istituzioni dei livelli superiori:  Regione e Governo in primis”. Inizia così la nota stampa diffusa oggi dall’assessore del Comune di Siena Paolo Mazzini che interviene sulla querelle formato social tra il sindaco Bruno Valentini e il consigliere regionale Stefano Scaramelli. Anche durante il convegno organizzato da Rete Imprese Italia Siena, a cui partecipavano entrambi, i rapporti tra i due sono apparsi abbastanza freddi e distaccati. Mazzini si schiera dalla parte del primo cittadino: “Abbiamo di fronte tante sfide, su cui la città e l’Amministrazione Comunale sono impegnati in maniera incessante: la dialettica può essere comprensibile se rivolta al raggiungimento di obiettivi comuni, diventa incomprensibile e inutile se non si occupa dei problemi dei cittadini e del futuro di questa terra. Per questo, chi ricopre ruoli istituzionali dovrebbe utilizzare un linguaggio consono, appropriato e moderato, e porsi in una condizione di dialogo proficuo con il proprio territorio di riferimento”, ha concluso Mazzini, riferendosi evidentemete a Scaramelli che, dal canto suo, aveva definito “fenomeno” Valentini.

Estra
Lusini Gas
Electronic Flare
Cotas Radio Taxi
Siena Motori
Europa Due
Terre Cablate
Siena Bureau
Chianti Banca
Centro Farc