Agevolazioni per gli studenti universitari rimasti a Siena, assessore Benini si confronta col rettore Frati

L'attenzione è per gli studenti che risiedono nelle residenze universitarie: al vaglio soluzioni per abbassare il costo delle rette, o magari scadenzarle in maniera diversa

L’assessore all’Università Paolo Benini si è confrontato con il Rettore dell’Ateneo senese Francesco Frati, a seguito delle mail ricevute da numerose famiglie di studenti con le quali, vista l’emergenza Covid-19, chiedono di poter limitare il costo del loro soggiorno a Siena. Naturalmente molti affittano appartamenti da privati, ma molti risiedono nelle residenze universitarie e su questi ultimi si può concentrare l’attenzione.

“Il Rettore – ha detto Benini – è stato molto positivo. Si è fatto carico del problema facendo presente che si può agire, attraverso il CORECO, con la Regione Toscana, che ha titolo in merito, in modo da poter trovare eventuali soluzioni per abbassare il costo delle rette, o magari scadenzarle in maniera diversa, per tutti quei giovani che, per i decreti emessi dal Governo, non possono far rientro nelle propri luoghi di residenza”.

“L’augurio – ha proseguito Benini – è che la Regione comprenda la situazione, anche se senza precedenti, visto che il 70% degli studenti ha lasciato le residenze, e molti altri, nonostante le borse di studio ricevute, non possono spostarsi; gli eventuali provvedimenti a favore potrebbero essere bilanciati con i minori servizi che le residenze devono corrispondere per la cospicua diminuzione delle presenze”.

Lusini Gas
Estra
Cotas Radio Taxi
Electronic Flare
Siena Motori
Europa Due
Siena Bureau
Terre Cablate
Chianti Banca
Centro Farc