Allarme Coronavirus, il rettore Unistrasi Cataldi: “Chiusi prudenzialmente i movimenti da e per la Cina”

"Siamo consapevoli dell'infima condizione di rischio ma monitoriamo la situazione"

E’ sempre più forte l’allarme per il Coronavirus, anche a Siena e provincia, dove è presente un buon numero, circa 200, di studenti cinesi, che si spostano dall’Italia alla Cina e viceversa. Ad essere interpellato sulla questione è il rettore dell’Università per Stranieri di Siena, Pietro Cataldi, che ha rassicurato tutti sulla situazione, annunciando che per il momento sono stati bloccati i movimenti da e per la Cina.

“L’Università per Stranieri è consapevole dell’infima condizione di rischio – ha detto a Siena Tv – In Cina è ammalata una persona su 250mila, se Siena fosse una città della  Cina ci sarebbe 1 possibilità su 4 di riscontrare un malato. I numeri di studenti da noi sono piccoli e i movimenti così irrisori che le possibilità sono meno che vincere al Superenalotto. In ogni caso monitoriamo ogni studente cinese e di altre nazioni seguendone gli spostamenti, abbiamo chiuso prudenzialmente i movimenti da e per la Cina per un breve lasso di tempo. I nostri studenti cinesi sono qui da mesi, corrono lo stesso rischio degli italiani, anzi anche maggiore, di contrarre nostri  virus che sono a loro meno conosciuti”.

Lusini Gas
Estra
Electronic Flare
Cotas Radio Taxi
Europa Due
Siena Motori
Terre Cablate
Siena Bureau
Chianti Banca
Centro Farc