Ampugnano, il Pd di Sovicille: “Regione richieda il passaggio dell’area aeroportuale”

I dem chiedono sostenibilità ecologica e una programmazione complessiva coerente con la visione di valorizzazione ambientale che serve al territorio

Futuro del’aeroporto di Ampugnano, il Pd di Sovicille ribadisce la sua posizione a favore di una direzione che vada verso la sostenibilità ambientale ed ecologica. No ad ampliamenti od utilizzi potenzialmente pericolosi per l’ambiente. La nota:

“A Sovicille, da qualche mese, si parla ancora di aeroporto. Con una pandemia in corso che ha avuto e ancora avrà impatti assai rilevanti a livello planetario, tanto per il drammatico tributo di vite umane, quanto per le conseguenze economiche e sociali che produce, con eventi climatici sempre più improvvisi e devastanti, crediamo che sia indispensabile guardare ad un rapporto con il nostro ambiente in grado di concepire un modo nuovo di intendere la relazione tra uomo ed habitat, al di là degli aspetti burocratici/amministrativi, al di là dei complessi aspetti finanziari che stanno dietro a queste vicende e che sembrano guidare ogni loro movimento”.

“Già dal 2007 un importante lavoro scientifico prodotto per “Patterson et al. 2007”, svolto proprio nell’area della Val di Merse, mostrava come l’ambiente fosse fondamentale per una delle principali fonti economiche del nostro territorio, il turismo. Addirittura, i turisti stranieri che vengono nella nostra area, la scelgono perchè rappresenta il “paradiso terreste”.Altri studi, nel 2011, hanno dimostrato che la Provincia di Siena ha conseguito un risultato di virtuosità ambientale particolarmente significativo: l’ossigeno prodotto dal nostro ecosistema locale è superiore alle emissioni di gas serra del territorio, un risultato straordinario raro a trovarsi”.

“Tutto questo ci conferma ancora di più nell’idea che il cardine del nostro futuro è la sostenibilità: sostenibilità ambientale, ecologica, sociale ed economica. Pertanto, la domanda che ci poniamo è: come si può ancora sostenere che un aeroporto, per il quale addirittura ancora qualcuno vagheggia possibili ampliamenti o estensioni, che notoriamente ha elevati livelli di inquinamento, possa essere compatibile con la direttrice dello sviluppo sostenibile di questo territorio? E’ necessario che i governi, a tutti i livelli, oggi più che mai, abbiano la consapevolezza del reale significato di sostenibilità ambientale ed è responsabilità di ognuno, nel suo piccolo, attivarsi dando importanza a quei valori che costituiranno la “moneta del futuro” e cioè un ambiente dove l’aria è pulita, dove il cibo è sano e ci si ammala di meno. Crediamo che sia assolutamente necessario, oggi, che la Regione richieda il passaggio dell’area aeroportuale di Ampugnano per ricondurre a livello locale la gestione della stessa, inserendola in una programmazione complessiva coerente con la visione di valorizzazione ambientale che serve al nostro territorio. In considerazione delle prossime elezioni, chiediamo alla “futura” regione che il rispetto per l’ambiente, la cura della persona e l’innovazione, siano azioni che vadano sempre di pari passo, perché è l’unico modo per garantire un futuro, anche economico, a questi territori ed ai suoi abitanti”.