Asp, chiuso il bando per il nuovo Cda. Una decina le candidature arrivate

Probabile a fine mese il consiglio straordinario richiesto dalla minoranza. In settimana l’assessora Appolloni incontrerà i sindacati

Un consiglio comunale straordinario monotematico incentrato sulla situazione dell’Asp, con tanto di proposta di revoca delle modifiche apportate allo statuto, approvate dall’ultima seduta consiliare e che a quanto pare hanno suscitato in alcuni rappresentanti politici malessere e preoccupazione. Sono queste le richieste della minoranza che riaprono così un nuovo capitolo di una questione molto dibattuta negli ultimi mesi, anche se unilateralmente. Nonostante infatti la lettera scritta una settimana fa e firmata da dipendenti ed ex dipendenti dell’azienda, nonostante le richieste e le polemiche dei gruppi della minoranza, da palazzo Pubblico, per il momento, non arriva alcuna risposta, anzi, si procede nella direzione intrapresa e avviata proprio con la proposta di quelle modifiche oggi al centro del dibattito. Il bando per la selezione dei componenti del nuovo consiglio di amministrazione, vacante di quattro posti dopo le dimissioni collettive, è scaduto venerdì scorso, 10 luglio. Le candidature arrivate sarebbero circa una decina. Tra queste, quindi, ci sono i nomi di quelli che saranno poi i nuovi membri del cda. Poi si proseguirà con la nomina del nuovo presidente che prenderà il posto di Monica Crociani. Nel frattempo il consiglio comunale straordinario richiesto dall’opposizione si farà, questo è certo. Quando è ancora da decidere, molto probabilmente verso la fine del mese. Rimangono però dei dubbi su quanto questo consiglio possa effettivamente cambiare le sorti dell’Asp. Prima, in settimana, è previsto un incontro tra i sindacati e l’assessore competente, Francesca Appolloni. È evidente, quindi, che la partita Asp non è ancora chiusa e chissà quali altre novità riserva.

Teresa Scarcella