Home Cronaca AXA e Banca Monte dei Paschi un’incontro per il Benessere e la Salute
0

AXA e Banca Monte dei Paschi un’incontro per il Benessere e la Salute

0
0

“Alla salute” l’incontro sull’importanza di uno stile di vita adeguato

16 novembre 2018 – Il progressivo incremento della durata della vita nei paesi avanzati fa della longevità un rischio e, al tempo stesso, un’opportunità dei nostri tempi. Vivere di più significa anche vivere meglio, con nuove risposte alle esigenze di salute e benessere nel tempo, in termini di offerta ma anche e soprattutto di prevenzione dei rischi quale elemento chiave per assicurare una vita lunga e in salute.

Questo il tema al centro dell’evento dedicato al territorio organizzato a Siena da AXA e Banca Monte dei Paschi di Siena, dal titolo “Alla salute!”. L’incontro ha visto anche la partecipazione dell’Istituto Europeo di Oncologia.

L’evento si è basato sull’assunto che la migliore cura della propria salute nasca dalla prevenzione dei rischi a cui è possibile andare incontro nel corso della vita, focalizzando sull’importanza, nella prevenzione, di uno stile di vita virtuoso che passi anche da una maggiore consapevolezza nelle scelte alimentari. Dall’altro, è importante anche poter contare su una protezione adeguata, che permetta di gestire nel miglior modo possibile gli eventuali imprevisti legati alla salute.

Temi al centro dell’impegno di AXA e Banca Monte dei Paschi di Siena, da sempre vicini ai propri clienti mediante un’offerta integrata e servizi innovativi per rispondere ai diversi bisogni di protezione.

Come nel caso di My Doctor, all’interno del nuovo prodotto Formula Benessere, che offre un consulto medico telefonico o in video chiamata sia dall’Italia che dall’estero, con la possibilità di far arrivare la ricetta alla farmacia più vicina o di ricevere il farmaco direttamente a casa.

Ulteriore ambito prioritario, l’impegno in iniziative di sensibilizzazione ed education sull’importanza della prevenzione dei rischi.

All’incontro hanno partecipato, tra gli altri, per AXA, Stefano Bianchi, Sales Protection & Pension AT Toscana, e per Banca Mps, Paola Basagni, Area Manager Siena.

Presenza d’eccezione, Maria Tieri, Dietista Nutrizionista – programma Smart Food, Dipartimento di Oncologia Sperimentale dello IEO, che ha presentato agli ospiti alcuni dati, tratti dai principali studi disponibili sul tema a livello mondiale, che mostrano come una corretta alimentazione e una moderata attività fisica consentano di ridurre i rischi dell’insorgenza di alcune malattie, come il diabete, l’ipertensione o perfino i tumori.

Secondo i dati citati, infatti, in Italia su 3 milioni e 200 mila persone affette da diabete, il 64% non pratica alcuna attività fisica, e il 26% è obeso. Mentre sempre secondo i dati illustrati durante l’evento, è stato dimostrato che, in caso di ipertensione, una dieta ricca di potassio, con abbondanti porzioni di vegetali e frutta possa ridurre il rischio di ictus e di cardiopatie ischemiche.

“Siamo onorati di aver portato a Siena insieme ad AXA questo incontro dedicato alla salute. – afferma Dimitri Bianchini General Manager Area Toscana – In un momento come quello attuale, in cui costantemente ci preoccupiamo degli eventi connessi al nostro stile di vita, spesso diamo per scontate le possibili soluzioni di prevenzione e protezione, con cui poter tutelare noi e i nostri cari. Con l’obiettivo di rispondere a questo tipo di esigenza, con AXA, nostro partner storico, abbiamo reso disponibile una gamma di soluzioni assicurative volte a semplificare e migliorare la vita di tutti i giorni e dunque a garantire un alto grado di tranquillità ai nostri clienti”.

“L’incontro ha rappresentato un’importante occasione di confronto con i clienti su un tema di grande rilevanza come la salute.” – ha dichiarato Domenico Martiello, Direttore Distribution & Sales di AXA Italia – “La centralità del cliente è per noi un tema chiave e a tutti i nostri clienti dedichiamo un impegno non solo sul fronte della protezione, integrando soluzioni innovative e servizi ad alto valore aggiunto, ma anche su quello di una sempre maggiore cultura della prevenzione, con particolare attenzione a un tema fondamentale per le nostre vite.”