Bruco e Ragazzi del ’53 in lutto per la morte di Fabrizio Martelli

Fabrizio Martelli si era sentito male il 1 gennaio

Bruco e Ragazzi del ’53 in lutto per la scomparsa di Fabrizio Martelli. Ormai erano più di sei mesi che la famiglia e i tantissimi amici speravano di poter rivedere il suo sorriso, senza mai perdere le speranze. Fabrizio si era sentito male il 1 gennaio, quando era stato trovato a terra privo di sensi. La corsa in ospedale non era riuscita a limitare i danni e da allora Fabrizio ha dormito un lungo sonno che si è interrotto questa mattina.

Ex dipendente del Monte dei Paschi, attivissimo nel gruppo dei Ragazzi del ’53 con i quali aveva interpretato tutte le commedie in ruoli sempre brillanti, brucaiolo sempre presente, volontario della Misericordia, Fabrizio era molto conosciuto in città.

“Siamo affranti per la scomparsa di Fabrizio – dice il Rettore Fabio Pacciani – che in contrada ha fatto parte di innumerevoli commissioni festeggiamenti, dove, proprio per il suo carattere gioviale, ilare e espansivo, sempre disposto allo scherzo e alla battuta, riusciva a creare immediata armonia e sintonia con tutti e fra tutti . Molti lo ricordano con la bandana accaldato fra i fumi della cucina o dei bracieri con le sue mise improbabili con i suoi abbinamenti di colori sgargianti dove prevaleva ovviamente il giallo e verde.
Oppure vestito da donna nella festa della vittoria del 2008. Ottimo fotografo aveva donato alla contrada due album da lui fatti stampare di sue eccellenti fotografie aventi come tema proprio il popolo del Bruco. Ci mancherà tantissimo, ci mancherà la sua allegria e il suo modo bonario di essere scorbutico mentre era in realtà di una bontà e di una generosità eccezionali”.

Lascia la moglie ed il figlio che hanno sperato fino all’ultimo in un miracolo.

I funerali lunedì 20 giugno alle 15,30 nella chiesa di San Giovanni a Cerreto.