Carabinieri: operazione “in urbe”, stroncato giro di spaccio. Tre misure cautelari

Un 57enne di Poggibonsi spacciava in casa rifornendosi da due operai stranieri di Castelfiorentino: i carabinieri stroncano il business, scatta l'obbligo di dimora per tutti e tre

I carabinieri di Poggibonsi hanno stroncato un giro di spaccio di droga ben avviato in Valdelsa. Al termine dell’operazione chiamata “in urbe” sono state emesse tre misure cautelari di obbligo di dimora per tre uomini, S.C italiano 57enne di Poggibonsi, con precedenti di droga, e due operai stranieri di Castelfiorentino, di 32 e 34 anni.

Nei mesi scorsi i militari avevano messo gli occhi su un poggibonsese, scoperto poi tenere in piedi una consolidata attività illecita di vendita di droga nella sua abitazione. Dopo lunga attività di osservazione e riscontri tecnici, è stata ricostruito da chi si riforniva lo spacciatore, ovvero due cittadini stranieri di Castelfiorentino, subito messi sotto controllo. Oltre ad alcune osi recuperate dopo la vendita al dettaglio, in uno dei servizi degli investigatori è stata intercettata una panetta di hashish da 100 grammi destinata allo spacciatore che l’avrebbe piazzata ai suoi clienti.