Catalani a Siena Tv: “Settore giovanile Mens Sana rinato. In tre anni di nuovo un’eccellenza nazionale”

L’ormai ex responsabile delle giovanili biancoverdi stila un bilancio del suo lavoro e saluta la città. A raccoglierne l’eredità è Maurizio Lasi

Se il settore giovanile della Mens Sana è tornato quel fiore all’occhiello che tutti conoscevamo, è grazie al grande lavoro di Michele Catalani e del suo staff, che dopo 3 anni di importanti risultati, saluta Siena per la seconda volta (la prima esperienza fu dal 2007 al 2014) lasciando un’eredità di alto spessore a Maurizio Lasi, il nuovo responsabile tecnico delle giovanili. Non era facile ripartire nel 2015 dalle macerie del fallimento della Mps Siena, che negli anni aveva costruito una cantera autentica fabbrica di “Scudettini”, capace di primeggiare in lungo e largo: la gestione affidata alla società satellite “Mens Sana Basketball Academy” ha gettato le basi per un futuro sostenibile e ragionato per le squadre giovanili, che da quest’anno rientrano tutte sotto l’egida del sodalizio di Viale Sclavo. I risultati sono stati evidenti: l’anno scorso i team mensanini hanno raggiunto tre finali nazionali, quest’anno l’Under 18 Eccellenza si è classificata quarta in Italia, l’Under 16 ha chiuso tra le prime 8. E numerosi sono i talenti lanciati nel giro delle nazionali azzurre.

“Ringrazio Siena, la Mens Sana e tutta la sua gente per questi 3 anni che sono stati faticosi ma bellissimi – sono le parole di Catalani a Siena Tv – Dall’estate 2015 ad oggi il nostro Settore Giovanile è rinato tornando ad essere in pochissimo tempo un’eccellenza a livello nazionale e questo credo sia un dato oggettivo. Grazie alla passione e alla professionalità di chi ha lavorato dentro questo progetto, in queste stagioni siamo riusciti a ricreare attorno ai nostri ragazzi un ambiente ideale in cui poter coltivare la loro passione e i loro sogni ed ognuno di loro, di Siena e non, si è innamorato di questa maglia portandola con grande orgoglio e onorandola nel migliore dei modi e in ogni singola occasione. Abbiamo lavorato – continua – perché i nostri ragazzi trovassero nella Mens Sana un percorso di formazione tecnica ed umana di alto livello, fatto di disciplina, rispetto e identità, e sono convinto che questo sia stato ampiamente realizzato. Tutto ciò – conclude – oltre ai risultati che comunque sono stati incredibili, credo sia già sufficiente per stilare un bilancio molto positivo di queste tre stagioni di cui sono estremamente orgoglioso”.

Il saluto a Siena: “La mia seconda casa e città che amo incondizionatamente, voglio salutare tutto il popolo della Mens Sana, consapevole che questo non sia altro che un secondo ‘Arrivederci'”.

Claudio Coli

Errebian
Electronic Flare
Estra
All Clean Sanex
Centro Farc
Terre Cablate
Siena Bureau
Europa Due