Cenni (PD): “La candidatura di Letta a Siena è una buona notizia e un importante investimento”

La deputata senese: "È una buona notizia per la Toscana e per il paese"

Soddisfatta l’onorevole Susanna Cenni (Pd) in merito alla decisione del segretario nazionale, Enrico Letta, di accettare la candidatura per le elezioni suppletive alla Camera nel seggio di Siena.

“Con il suo intervento alla direzione provinciale, Enrico Letta ha ulteriormente testimoniato un grande rispetto per il territorio e sincero apprezzamento per la richiesta che gli è stata avanzata. La sua disponibilità a raccogliere l’invito del Pd senese per candidarsi nel collegio Camera di Siena per le suppletive è una buona notizia. È una notizia positiva per Siena: avere il Segretario nazionale – quello che con pazienza, “anima e cacciavite” sta lavorando con convinzione e generosità per far ripartire il Pd, aprendolo, ridefinendo la sua identità, che sta sostenendo con lealtà il Governo Draghi – a rappresentare Siena, significa accrescere la proiezione delle partite territoriali nel contesto nazionale. È una buona notizia per la Toscana: Enrico è toscano, ne conosce la realtà, le potenzialità, le difficoltà. Rafforzerà la nostra rappresentanza in un momento difficile, ma anche con grandi potenzialità. È una buona notizia per il Paese: è utile che il leader della principale forza politica della sinistra, attorno alla quale si può costruire una alleanza vasta e riformista, sieda in Parlamento e sia protagonista dei passaggi che vivremo nei prossimi mesi”.

“Ho avuto modo di apprezzare da vicino, in questi mesi, il grande lavoro e la determinazione di Enrico, così come la sua generosità e lo spirito di squadra, la considerazione della ricchezza e della forza di una comunità che deve ritrovare fiducia in sé stessa. Lo scrive molto bene nel suo libro quando parla di questo tempo dominato dai social, da una comunicazione molto veloce e spesso molto vuota e della sfida, invece, che sta nella costruzione di una intelligenza collettiva, radicata, forte, che non ti costringe ad improvvisare le tue posizioni… à la carte. Siena negli anni è stata capace di esprimere figure locali nelle istituzioni e di accogliere esponenti nazionali, alcuni dei quali molto autorevoli. Sono certa che la candidatura di Enrico sia un importante investimento per il Pd, per la sinistra tutta e per il nostro territorio. Mentre c’è chi lavora per chiudere Siena elevando mura e sfilando le principali istituzioni culturali dal contesto del prestigio nazionale, noi scegliamo una persona dal respiro e dall’esperienza europea. Sarà una bella campagna elettorale”.