Check in Scotte, agli studenti basta il badge per entrare alle Scotte

Gli studenti della facoltà di medicina di Siena, appena usciti dalle lezioni del centro didattico delle Scotte, spiegano le norme di comportamento cui sono stati sottoposti: "Siamo i più attenti"

“Se non siamo responsabili noi che studiamo medicina, chi dovrebbe esserlo in questo momento di panico da coronavirus?”. Rispondono così alcuni studenti della facoltà di medicina di Siena appena usciti dalle lezioni del centro didattico delle Scotte dove ancora si tengono le lezioni, salvo qualche accorgimento per evitare troppa ressa in luoghi chiusi. Agli studenti basta il badge per entrare alle Scotte.
“Noi studenti non possiamo andare in corsia e ci hanno chiesto di restare solo nelle aule didattiche ma siamo assolutamente consapevoli di quali siano i rischi e i sintomi del contagio, quindi chi di noi ha la febbre sta a casa ed evita qualsiasi contatto. Il rettore ha mandato a tutti un email con i comportamenti da tenere”.

Sono proprio i giovani futuri medici che, sereni e convinti della professione che vogliono intraprendere, ad essere i più responsabili nel momento in cui varcano la soglia dell’ospedale dove sanno che ci sono i cittadini più a rischio: i malati delle più varie patologie e quindi fragili. Intanto davanti all’ingresso del policlinico, ai visitatori viene misurata la temperatura come da prassi nel tendone pre triage. Medici e infermieri e tutti i dipendenti dell’azienda ospedaliera universitaria, sanno bene quando è il momento di stare a casa per non mettere a repentaglio i ricoverati. Per il personale basta esibire il badge per avere accesso all’ospedale.

 

Estra
Lusini Gas
Cotas Radio Taxi
Electronic Flare
Europa Due
Siena Motori
Terre Cablate
Siena Bureau
Golmar Igiene professionale
Chianti Banca
Centro Farc