Chiusa la procedura di contestazione contro il Comune

“Con la lettera del Ragioniere Generale dello Stato ricevuta il 1 febbraio, può considerarsi definita la procedura di contestazione contro il Comune di Siena messa in atto dal Ministero dell’Economia e delle Finanze a seguito dell’ispezione avvenuta in piena epoca commissariale. Una vera e propria tempesta amministrativa che dovemmo affrontare subito dopo il mio insediamento e che finalmente siamo riusciti a superare grazie a correttivi e a misure straordinarie messi in atto”.

Con queste parole il sindaco Bruno Valentini commenta la risposta ufficiale pervenuta dal Dipartimento della Ragioneria dello Stato del MEF, a firma del ragioniere generale, con la quale si chiude la procedura di contestazione contro il Comune.

“Per noi – spiega il sindaco Valentini – non è una notizia inattesa perché già la Corte dei Conti della Lombardia, l’Ifel e lo stesso MEF avevano chiarito che l’interpretazione restrittiva adottata dai magistrati contabili toscani era troppo penalizzante verso i Comuni della Toscana, che ben in 160 avevano subito pronunce negative specifiche. Aver normalizzato il bilancio, tuttavia, è solo il primo, indispensabile, passo per salvaguardare la funzionalità della macchina comunale e dei servizi pubblici, resi difficoltosi dall’indebitamento ancora ingente e dalla riduzione costante del personale”, ha detto ancora il primo cittadino.

Errebian
Electronic Flare
All Clean Sanex
Estra
Terre Cablate
Centro Farc
Europa Due