Ciclismo: Granfondo del Castello di Monteriggioni, vince Tony Longo

La gara di 54 km per 1.500 metri è stata appassionante soprattutto per merito di Tony Longo (Soudal Leecougan) e Francesco Casagrande (Cicli Taddei) che hanno dato vita a un duello vibrante

E’ stato grande spettacolo a Monteriggioni per la 29esima edizione della Granfondo del Castello, tappa conclusiva della Coppa Toscana Mtb e valida anche per il Trek Zerowind Mtb Challenge. La corsa senese, normalmente una delle gare di apertura della stagione, ma spostata da prova di apertura fino alla chiusura del circuito toscano a causa della pandemia, ha visto al via tantissimi concorrenti, con più di 700 arrivati a dimostrazione che l’amore per questa colonna portante del calendario non è venuto meno.

La gara di 54 km per 1.500 metri è stata appassionante soprattutto per merito di Tony Longo (Soudal Leecougan) e Francesco Casagrande (Cicli Taddei) che hanno dato vita a un duello vibrante capace di cancellare ogni altra concorrenza grazie anche al gioco di squadra dei due team. Alla fine l’ha spuntata Longo, reduce dalla vittoria alla Tremalzo Bike della scorsa domenica. Il trentino ha chiuso in 2h17’50” con 11” sul rivale, per il terzo si è dovuto attendere ben 3’23”, quando si è presentato al traguardo Stefano Valdrighi, a completare la grande giornata della Soudal Leecougan. Fra le donne netto il successo della campionessa europea Marathon Master Slvia Scipioni (Cicli Taddei) che in 2h47’37” ha prevalso per 2’32” su Sara Mazzorana (Bike Therapy), protagonista dell’annata sia nella Mtb che nelle GF su strada, mentre terza è giunta la vicecampionessa italiana Debora Piana (Team Cingolani) a 6’40”.

Nel percorso corto, di 27 km, prima piazza per Federico Pollecchi (Gs Fortebraccio) in 1h08’08” davanti a Luca Gargiani (Cicli Taddei) a 9” e Daniele Feola (Elba Bike Scott) a 1’30”. In campo femminile prima Sarah Fioretto (Mtb Granfondo) in 1h46’53” davanti a Maria Vittoria Andreini (Monkey Racing) a 2’25” e a Chiara Nivelli (Livorno Team Bike) a 2’49”.

La riuscita dell’evento è stata resa possibile dall’appoggio delle autorità locali a cominciare dal Comune di Monteriggioni che molto ha spinto per il recupero della manifestazione dopo il forzato stop del 2020, senza dimenticare le associazioni del luogo che hanno collaborato con il Team Bike Pionieri nella realizzazione di questa 29esima edizione. Ora non ci si ferma: c’è il trentennale da preparare, tornando alla collocazione originaria di marzo 2022.