Comune al lavoro per far ripartire l’attività delle palestre cittadine

L'assessore Benini si muove per individuare luoghi idonei - che possono essere piazze e zone a verde pubblico - così da permettere a centinaia di senesi di riprendere in sicurezza a praticare attività sportive

“Stiamo lavorando – annuncia l’assessore allo Sport Paolo Benini – per far ripartire al più presto l’attività delle numerose palestre cittadine che, a causa dell’emergenza Covid-19, sono state costrette a chiudere”.

L’impegno dell’Amministrazioni è infatti quello di permettere, a centinaia di senesi, di riprendere in sicurezza a praticare attività sportive che, come evidenzia Benini “mai come in questo momento  sono a tutti di aiuto per ritrovare una corretta forma fisica e, soprattutto, psicologica vista l’esperienza in cui ci siamo trovati coinvolti nostro malgrado, e con la quale, purtroppo, dobbiamo imparare a convivere per ancora molto tempo”. Le palestre, infatti, non solo godranno degli stessi benefici annunciati per gli esercizi commerciali, ma potranno anche svolgere le proprie discipline in spazi all’aperto, così da limitare al massima il pericolo di contagio da covid-19.

“Abbiamo già ricevuto – prosegue l’assessore – le istanze delle palestre cittadine costituitesi in un apposito Comitato. Adesso non rimane che individuare luoghi idonei, che possono essere piazze e zone a verde pubblico. Un modo diverso per vivere lo sport e, sicuramente, più divertente e socializzante, pur nel rispetto delle distanze interpersonali, soprattutto in questo periodo di Fase 2, quando il desiderio di stare all’aria aperta è divento un’esigenza difficilmente procrastinabile. E per le palestre l’opportunità di far nascere dalla crisi economica che stanno attraversando una concreta opportunità di ripresa”.

Ma l’attività dell’assessorato allo Sport non si ferma qui. Questo pomeriggio (5 maggio), in videoconferenza, Benini incontrerà i vari rappresentanti del mondo sportivo senese per chiarire dubbi relativamente ai vari DPCM e ordinanze sindacali emessi fino ad ora “ma anche recepire criticità – evidenzia – così da individuare soluzioni che evitino un collasso economico in un settore che ha sempre visto Siena primeggiare a livello nazionale fino ad ottenere il riconoscimento di  Città Europea dello Sport 2021”.

Errebian
Electronic Flare
Estra
All Clean Sanex
Centro Farc
Terre Cablate
Europa Due