Confcommercio Siena plaude alle misure straordinarie adottate dal Comune

“Provvedimenti che accolgono le richieste avanzate e che non era scontato fossero accolte. In accordo con tutte le Province toscane faremo una richiesta al Prefetto di anticipazione della riapertura delle attività commerciali dal 4 maggio e dei pubblici esercizi dal 18 maggio”

“Esprimiamo grande apprezzamento per i provvedimenti adottati dall’amministrazione comunale di Siena, provvedimenti che accolgono le richieste avanzate e che non era scontato fossero accolte”. Inizia così la nota di Confcommercio Siena in merito alle decisioni da poco assunte dal Comune di Siena sulle tasse comunali.

“L’indirizzo assunto dimostra che il dialogo ed il confronto producono buoni risultati e diamo atto al sindaco ed alla giunta di Siena di aver avuto capacità di ascolto e capacità di intervento, fornendo risposte rapide e ben definite”.

“Questo è un segnale incoraggiante per continuare nel confronto sulle nuove prospettive dell’economia senese, ma anche uno stimolo del confronto che va tenuto vivo verso altri interlocutori istituzionali – sottolinea l’associazione di categoria – Pensiamo alla Regione e, soprattutto, al Governo, verso il quale rimane ad oggi inalterato il giudizio negativo rispetto all’ultimo Dpcm ed all’assenza di aiuti concreti al sistema delle piccole e medie imprese”.

“A tal proposito, ritenendo profondamente sbagliata la tempistica della riapertura, presenteremo nelle prossime ore, in accordo con tutte le Province toscane – aggiunge Confcommercio – una richiesta al Prefetto di anticipazione della riapertura delle attività commerciali dal 4 maggio e dei pubblici esercizi dal 18 maggio, nel rispetto dei criteri di sicurezza dal punto di vista sanitario, ma anche nel rispetto del diritto al lavoro che la pandemia ha negato in questi ultimi due mesi”.