Home Cronaca Contrade e Università: via al progetto su cyber bullismo
0

Contrade e Università: via al progetto su cyber bullismo

0
0

Domani 17 maggio inizia il progetto di Magistrato delle Contrade e Università di Siena  contro il cybebullismo


Prendono il via le iniziative per un uso corretto di Internet e dei social network che il Magistrato delle Contrade e l’ Università di Siena promuovono nell’ambito del protocollo d’intesa “Cyber bullismo e altre distorsioni dei media digitali: la cultura del non rispetto” inserito nel progetto Salute in Contrada.

Venerdì 17 maggio alle ore 18, nelle aule del padiglione esterno del presidio San Niccolò dell’Università di Siena, si terrà il primo incontro con i giovani contradaioli e con tutti i cittadini interessati, dal titolo #respect17. Un evento con proiezioni video, presentazioni di nuovi strumenti digitali e performance artistiche che vuole, anche nel linguaggio innovativo, entrare subito in diretto contatto con i giovani, rendendoli attori principali delle attività.
Dopo il saluto dell’onorando rettore del Magistrato delle Contrade Claudio Rossi, del magnifico rettore dell’Università, Francesco Frati, e della vice direttrice del dipartimento di Scienze sociali, politiche e cognitive Paola Palmitesta, il referente scientifico del progetto Maurizio Boldrini introdurrà i temi ai quali si stanno già dedicando le Contrade, con le commissioni solidarietà e i gruppi giovani, ed i gruppi di ricerca dell’Università. Primo risultato del lavoro, un video nel quale oltre trenta giovani delle 17 contrade raccontano il loro punto di vista sull’uso dei media digitali, e in particolare su comportamenti non corretti nell’utilizzo dei social network, anche in riferimento al cyber bullismo e altre forme di non rispetto. Il video è stato realizzato grazie all’apporto degli studenti dell’Università di Siena che frequentano il corso di “Giornalismo e nuovi media”.
Il programma della serata prevede poi la presentazione della app “Senza paura – Liberi dal bullismo”, prodotta dal Ministero dell’Istruzione e inoltrata a tutte le scuole secondarie di primo grado d’Italia, che sarà illustrata da Marino di Nardo, esperto delle politiche sociali della Presidenza del Consiglio dei Ministri. La app accompagna i ragazzi in un percorso pedagogico didattico sul tema del bullismo e del cyberbullismo, attraverso giochi, quiz e informazioni utili.

A seguire si terrà l’esibizione di Andrea Crezzini, un giovane e poliedrico artista senese, e infine la performance dall’Accademia Minima, che metterà in scena “Crush!”, con la partecipazione di Francesco Chiantese e Sara Bensi, Simona Dominici, Stephane Lambion.