Controlli canone speciale Rai: la Finanza scopre il 50% di evasione tra alberghi e ristoranti nel senese

17 gli interventi effettuati dalle fiamme gialle da inizio anno

La guardia di Finanza di Siena ha pizzicato numerosi albergatori e ristoratori evasori del canone speciale Rai: dall’inizio dell’anno in tutta la Provincia sono stati effettuati 17 interventi che hanno riguardato numerose attività commerciali, tra cui alberghi, B&B, bar, ristoranti: il risultato è che oltre il 50% delle attività imprenditoriali controllate hanno omesso il pagamento del canone speciale Rai.

A differenza della tassa ordinaria, che a partire dall’anno 2016 viene inserita nella bolletta della luce, il tributo per gli esercizi pubblici che posseggono apparecchi televisivi è dovuto in relazione alla tipologia di attività esercitata ed è proporzionale alla categoria di appartenenza ed agli apparecchi detenuti: la tassa può quindi variare dagli oltre 6mila euro dovuti da un albergo di lusso ai 200 euro per strutture ricettive con un solo televisore.