Covid-19, ecco le modalità di utilizzo degli uffici postali

In questi giorni particolari i sindacati dei lavoratori degli uffici postali chiedono alla cittadinanza di recarsi soltanto per operazioni urgenti

Le stringenti regole dettate dal DPCM per il contenimento della diffusione del Covid-19 non sembrano contenere l’afflusso di cittadini e clienti che si recano negli uffici postali delle città aperti con notevole riduzione di personale.

Le organizzazioni sindacali autonome di categoria FAILP-CISAL, CONFSAL-COM, UGL-COM rilevano che sono ancora in molti che si recano all’ufficio postale per richieste di servizi che nulla hanno di urgente e compromettono sia l’azione posta in essere dal governo che le azioni di prevenzione adottate da poste italiane. questi comportamenti innalzano il rischio contagio anche per i lavoratori che continuano ad assicurare alla nazione un servizio oggi puramente “sociale”.

Vogliamo quindi invitare tutti ad evitare di recarsi negli uffici postali se non per operazioni indifferibili e di particolare urgenza;

Ed inoltre invitiamo tutti a:

  • ricorrere all’utilizzo dei mezzi di pagamento digitali (carte etc) per ogni spesa;
  • ricorrere all’utilizzo degli atm per eventuali prelievi di contante
  • utilizzare i call center per ogni richiesta di informazione o chiarimento
  • utilizzare la prenotazione allo sportello da cellulare, tramite l’apposita “app”

Ricordiamo in ogni caso che negli uffici postali:

  • servono un solo cliente per volta (accessi limitati)
  • si deve rispettare agli sportelli la distanza di sicurezza, delimitata dalla linea gialla
  • è consigliato l’uso della mascherina
  • è vietato l’accesso per chi ha tosse o raffreddore (senza mascherina)
  • è vietato sostare in sala in attesa della chiamata
  • si abbandona rapidamente l’ufficio non appena completata l’operazione
Lusini Gas
Estra
Electronic Flare
Cotas Radio Taxi
Europa Due
Siena Motori
Siena Bureau
Terre Cablate
Centro Farc
Chianti Banca