Crollo mura San Gimignano, chiesto il supporto del Centro Operativo Nazionale

La richiesta da parte dei vigili del fuoco di strumenti più precisi per il controllo del territorio con tecnologia radar interferometrica

A seguito del crollo di una porzione di cinta muraria nel Comune di San Gimignano, avvenuto la sera dello scorso 3 aprile su Via Bonda, il Comando Provinciale dei Vigili del Fuoco di Siena ha richiesto il supporto del Centro Operativo Nazionale per monitorare l’area interessata dal dissesto mediante l’utilizzo di strumentazione ad alta precisione con tecnologia radar interferometrica.

Tale strumentazione, attualmente impiegata dal Dipartimento dei Vigili del Fuoco in forma sperimentale, è in grado di fornire mappe di spostamento dell’oggetto monitorato con una precisione del decimo di millimetro e con informazioni aggiornate ogni 30 secondi.

L’attività di monitoraggio, iniziata la mattina del 5 aprile, viene condotta da personale specificamente formato del Centro Operativo Nazionale che, coadiuvato dai funzionari tecnici del Comando VVF di Siena, controlla eventuali spostamenti della struttura muraria e/o del pendio ancora in atto.

Errebian
All Clean Sanex
Electronic Flare
Estra
Centro Farc
Terre Cablate
Europa Due
Siena Bureau