Cultura, il ministro Dario Franceschini a Siena visita il Santa Maria della Scala: “Progetto enorme”

Il ministro: "C'è l'opportunità di legare il Santa Maria alla Pinacoteca. Dialogo costruttivo con il sindaco De Mossi". Letta: "La cultura a Siena va maggiormente valorizzata"

Giornata importante oggi sul fronte della cultura a Siena, grazie alla presenza del sottosegretario Lucia Borgonzoni e del ministro della cultura Dario Franceschini, che dopo aver visitato il Santa Maria della Scala e Pinacoteca in compagnia del sindaco Luigi De Mossi ha presenziato ad un incontro al circolo la Tuberosa insieme ad Enrico Letta, candidato per le suppletive del 3-4 ottobre. Al centro l’attesa nomina del nuovo soprintendente e il futuro sviluppo dei grandi spazi museali di Siena.

Il Santa Maria della Scala, uno scrigno prezioso da valorizzare al massimo e da legare alla Pinacoteca: “Un progetto enorme, non solo cittadino, ma nazionale – ha detto Franceschini – e c’è un’opportunità di incrocio con parti statali come la Pinacoteca. Come governo lavoriamo senza guardare i colori politici, il dialogo con De Mossi è assolutamente costruttivo” ha assicurato.

E’ Gabriele Nannetti il nuovo soprintendente alle belle arti e paesaggio di Siena, Arezzo e Grosseto. “Il nuovo soprintendente arriva da Firenze – spiega Franceschini – la nomina è del dg delle Belle Arti. Si tratta di una persona dinamica e ragionevole. Avrà una competenza esclusiva”.

“La cultura a Siena va maggiormente valorizzata, ha bisogno di una spinta importante – ha aggiunto Letta nel corso dell’incontro – investire sulla cultura, su questa straordinaria risorsa, lavoro per aiutare la città e la provincia”.