Curare i bambini con il massaggio infantile: corsi attivi in tutta la Asl Toscana sud est

Nel senese, i corsi sono svolti all’ospedale di Nottola a Montepulciano e a Campostaggia (Poggibonsi)

La pelle è l’organo più esteso del nostro corpo e fin dalla nascita il contatto pelle a pelle rappresenta per ogni neonato un canale di comunicazione per ricevere e trasmettere segnali di natura motoria, ma soprattutto emotiva. Sulla base di questa consapevolezza, la Asl Toscana sud est ha attivato nelle tre province, Siena, Grosseto e Arezzo, il servizio di massaggio infantile.

Si tratta di una pratica che ostetriche e infermiere specializzate e formate adeguatamente insegnano ai neogenitori e rappresenta un altro modo di prendersi cura dei propri piccoli. I corsi vengono svolti solitamente presso i consultori territoriali, ma in alcune zone sono organizzati nei reparti di Ostetricia degli ospedali o negli ambulatori delle Case della salute.

L’obiettivo del corso è insegnare ai genitori come praticare il massaggio per poi continuare l’esperienza a casa propria e in autonomia. La condivisione in gruppo di questo particolare momento si rivela stimolante e rappresenta un vero e proprio beneficio di tipo sociale e relazionale, offrendo infatti la possibilità ai genitori di confrontarsi e sostenersi reciprocamente durante gli incontri.

Evidenze scientifiche dimostrano i numerosi benefici che il massaggio infantile porta ai neonati e ai genitori: favorisce uno stato di benessere nel bambino, lo aiuta a scaricare e dare sollievo alle tensioni provocate da situazioni nuove, stress o piccoli malesseri, stimola, fortifica e regolarizza il sistema circolatorio, respiratorio, muscolare, immunitario e gastro-intestinale prevenendo e dando sollievo al disagio delle coliche gassose; inoltre il movimento ritmico delle mani del genitore e la ritualità dei gesti facilitano la regolarità del ritmo sonno-veglia. Durante il massaggio, il piccolo prendere gradualmente coscienza delle varie parti del suo corpo e inizia a sviluppare l’immagine di sé.

Anche per i genitori si tratta di un’esperienza da cui possono trarre importanti insegnamenti e conoscenze, utili alla gestione del rapporto con i loro figli. Massaggiare il proprio bambino non è soltanto apprendere una tecnica, ma significa imparare a leggerne i segnali e instaurare con lui un dialogo profondo, che va al di là delle parole. Il processo di attaccamento fra i genitori e neonato si rafforza, così da far sentire il piccolo ancora più amato, sostenuto e ascoltato. Genitori si diventa e imparare questa tecnica aiuta ad avere maggiore fiducia in se stessi e nel ruolo che adesso rivestono.

In linea generale, ai corsi di massaggio infantile possono partecipare la mamma o entrambi i genitori, con bambini da 0 a 12 mesi, per un totale di massimo 10 famiglie. Normalmente è previsto un incontro una volta alla settimana, per un’ora e mezza circa. I genitori sono spesso informati anticipatamente della possibilità di partecipare, durante il corso di accompagnamento alla nascita.

Sedi e contatti per ogni provincia della Asl Toscana sud est:

A Grosseto, il corso viene svolto presso il consultorio di via Don Minzoni. I genitori possono accedere al servizio prendendo un appuntamento al numero 0564/485678.

Nell’Aretino, i corsi sono attivi ad Arezzo, presso il consultorio, iscrizioni al numero 0575/255829; nel Casentino, a Bibbiena, contattando il numero 0575 /568332 e in Val di Chiana, a Castiglion Fiorentino, presso la Casa della Salute, prenotando al numero 0575/639891, oppure inviando una email a [email protected]

Nel senese, i corsi sono svolti all’ospedale di Nottola a Montepulciano e ci si può iscrive contattando il “pronto nido” al 0578 – 713541; a Poggibonsi, a Campostaggia, chiamando il numero 0577 994898 per partecipare, il lunedì mattina, dalle 11.30 alle 13.30.

Lusini Gas
Estra
Cotas Radio Taxi
Electronic Flare
Europa Due
Siena Motori
Siena Bureau
Terre Cablate
Centro Farc
Chianti Banca