Delitto Cetona, l’uomo confessa tutto al pm: “Mia madre criticava il mio stile di vita”

Angelo Del Ticco rende piena confessione dell’omicidio della madre 84enne, con cui erano frequenti i diverbi: arrestato, sarà associato al carcere di Santo Spirito

Angelo Del Ticco, il 45enne indiziato dell’omicidio della madre Marisa Tosoni a Cetona, ha confessato il delitto anche durante l’interrogatorio dinanzi al pm della Procura della Repubblica di Siena, Siro De Flammineis, avvenuto nella caserma dell’Arma in paese. Del Ticco, disoccupato, aveva già ammesso la sua responsabilità ai carabinieri accorsi presso la villetta in località Villa Cristina.

Una confessione piena riguardo un omicidio brutale, che secondo quanto ricostruito, sarebbe scaturito verso mezzanotte a seguito di un diverbio nato per motivi di denaro. La donna è stata aggredita nel suo letto e picchiata a morte. Solo l’indomani mattina lo stesso 45enne ha chiamato i soccorsi, ma per la madre ormai non c’era più niente da fare. Durante l’interrogatorio Del Ticco si sarebbe giustificato spiegando che la madre – una donna molto conosciuta e ben voluta da tutti nella zona – era solita criticare il suo stile di vita, che a quanto risulta alle forze dell’ordine era segnato da frequenti episodi di alcolismo. Non è la prima volta infatti che si registrano forti litigi tra i due, sfociati anche nella violenza. L’uomo, in stato di arresto, sarà associato ora al carcere di Santo Spirito, a Siena.