Disordini al Rastrello dopo Robur-Reggiana, assolti 4 tifosi bianconeri

Sono 17 in totale gli imputati, le posizioni degli altri supporters saranno valutate in successivi procedimenti

Si chiude il primo filone del processo spacchettato sugli scontri tra tifosi avvenuti sul campo del Rastrello lo scorso 3 giugno 2018 al termine del match tra i bianconeri e la Reggiana, che valeva l’accesso alla semifinale dei playoff di Lega Pro (finita 2-1 all’ultimo respiro con gol su rigore di Santini). Il tribunale di Siena ha emesso la sentenza di assoluzione per i primi 4 dei 17 tifosi bianconeri finiti a giudizio con l’accusa di invasione di campo in occasione di manifestazioni sportive. Tre erano stati assolti già prima del Palio di luglio, un altro è stato prosciolto nella giornata di oggi.

Nell’udienza odierna, prima del verdetto, è stata resa la testimonianza, dinanzi alla dottoressa Cavaciocchi, di una maschera dello stadio, che ha spiegato di aver aperto i cancelli della curva Robur quando ormai l’invasione degli ospiti era già iniziata. Non ci sarebbero state quindi nè forzature nè danni allo svolgimento della partita da parte dei supporters senesi. Le posizioni degli altri tifosi bianconeri saranno valutate in successivi procedimenti.

C.C

Errebian
Electronic Flare
Estra
All Clean Sanex
Centro Farc
Terre Cablate
Siena Bureau
Europa Due