Domani in Fortezza la presentazione del romanzo “Vetera Segreta”, di Narcisa Fargnoli

Scritto da Narcisa Fargnoli, ex storico dell'arte presso la Soprintendenza di Siena, è il secondo romanzo di una trilogia ambientata nella immaginaria città di Vetera, ispirata a Siena

Domani, giovedì 23 ore 18 in Fortezza per la rassegna “Libri in Fortezza”, si terrà la presentazione del romanzo “Vetera segreta” (2020), di Narcisa Fargnoli, edito da Betti Editore. Ad intervenire, oltre all’autrice, Pietro Clemente, Francesco Ricci e Felicia Rotundo, con letture a cura dell’attrice Paola Lambardi. “Il romanzo è il secondo di una trilogia – afferma a Siena Tv l’autrice Narcisa Fargnoli – e si svolge in una città immaginaria che si ispira a Siena e al suo patrimonio storico e architettonico”.

La scheda – Agli inizi del XIII secolo Agilulfo, cadetto dei Lambardi, signori di Vetera, parte per la Quarta Crociata convinto di andare a liberare il Santo Sepolcro. Finisce invece a Costantinopoli e, dopo la distruzione della città, torna avventurosamente in patria dove, con il nome di Scipione, fonda la dinastia degli Origo, le cui sorti saranno garantite per secoli dal possesso del potente talismano che il cavaliere ha riportato come bottino di guerra dall’oriente. Passano otto secoli e l’antico castello medievale si trasforma in una splendida città d’arte, ma il passato, fatto di segreti e di ferocia, allunga la sua ombra sul presente e chiede prepotentemente il suo tributo. Un cold case, un intreccio di amore e tradimento, cova irrisolto sotto le ceneri, e i protagonisti di oggi dovranno, loro malgrado, risolverlo.

L’autrice. Narcisa Fargnoli ha lavorato come storico dell’arte presso la Soprintendenza di Siena, svolgendo attività di conservazione, tutela e valorizzazione del patrimonio. Ha partecipato a numerose iniziative editoriali scientifiche, collaborato con riviste, cataloghi e scritti su argomenti specifici di storia, critica d’arte e storia dell’architettura, illustrando opere restaurate, ma anche ville, giardini e teatri. Dopo il primo romanzo, Benvenuti a Vetera! (Betti 2018), ambientato in un centro medievale ricco di arte, torna a descrivere la città immaginaria ambientandoci.