Eroica Juniores, il 16 maggio da Siena a Montalcino con quattro tratti di strada bianca

Gara nazionale che guarda ai giovani, forte di un territorio che sembra pensato per il ciclismo. Brocci: "L'Eroica non è mai stata archeologia; è nata viva e proietta al futuro"

Domenica 16 maggio la provincia di Siena ospiterà la prima edizione di Eroica Juniores – coppa Andrea Meneghelli, gara nazionale che guarda ai giovani, forte di un territorio che sembra pensato per il ciclismo: “L’Eroica non ha mai voluto essere archeologia del ciclismo – ha spiegato Giancarlo Brocci, ideatore dell’evento sempre più amato in ogni angolo del mondo – È nata viva e proiettata al futuro perché subito si è legata alla salvaguardia delle ultime strade bianche, il meraviglioso terreno tecnico su cui oggi tutti sembrano collocare la linea di sviluppo” E poi ancora: “Eroica mirava a far riscoprire, oltre a strade polverose e marginali, il ciclismo grande, quello che aveva entusiasmato almeno due generazioni con racconti epici. Ma lo ha sempre fatto guardando al futuro, a cercare di trasmettere geni virtuosi di passione che stavano perdendosi”.

Ritrovo e partenza avranno luogo presso la Fortezza Medicea a Siena. Il via sarà dato alle ore 14.00 mentre l’arrivo sarà fissato in piazza del Popolo a Montalcino, alle ore 17.00 circa.

“Siamo felici di poter ospitare sulle nostre strade bianche la prima edizione di Eroica Juniores – Coppa Andrea Meneghelli”,  ha dichiarato l’assessore al Turismo e Commercio del Comune di Siena
Alberto Tirelli. “Una corsa dedicata ai più giovani che conferma, ancora una volta, la grande sinergia tra il Comune di Siena e l’Eroica nella valorizzazione del mondo delle due ruote e che non può prescindere dal coinvolgere le nuove generazioni anche attraverso quei valori e principi fondanti che hanno reso celebre questa Corsa: come la condivisione, la riscoperta della fatica, l’amore per il territorio, la tutela delle strade bianche ed il rispetto per l’ambiente”.

“Il ciclismo si sta dimostrando sempre più un asset di grande sviluppo che si aggiunge ad una eccellenza mondiale come il Brunello – ha commentato
Silvio Franceschelli, sindaco di Montalcino e presidente della Provincia di Siena – la corsa juniores ci avvicina ad un mondo giovanile di grande interesse per il territorio soprattutto grazie al supporto di Eroica che a Montalcino e in provincia di Siena offre delle opportunità straordinarie ed una visione del futuro che si basa su solidi radici culturali. Dopo soli tre giorni dal traguardo degli juniores Montalcino ospiterà l’arrivo della tappa del Giro d’Italia che ritorna a regalare emozioni sulle strade bianche che anni fa fecero vivere agli appassionati una giornata di ciclismo indimenticabile”.

IL PERCORSO: S I E N A – M O N TA L C I N O
Percorso molto ondulato sia sul piano planimetrico che altimetrico, senza salite lunghe ma con numerosi strappi a volte anche ripidi. I tratti di strada bianca sono complessivamente quattro, per un totale di circa 25 chilometri. Strade bianche in perfette condizioni con fondo ben tenuto e battuto, privo di incursioni erbose e con scarso brecciolino in superficie.
Il ritrovo e la partenza avranno luogo dalla Fortezza Medicea di Siena.
I primi 6 chilometri saranno di trasferimento. All’altezza di Costafabbri si imboccherà la SP 46 e dopo 2 chilometri ci sarà lo start ufficiale della corsa.
Al chilometro 13 la prima asperità; salita di poco meno di 3 chilometri con una pendenza media del 6% ma con punti oltre il 10%. Al Km 27 si lascerà la SP34 per il primo tratto di strada bianca denominato “La Piana”; circa 5,5 chilometri facili, prima in leggera discesa poi pianura fino a rientrare nell’asfalto nuovamente sulla SP34. La cittadina di Buonconvento verrà attraversata passando all’interno del centro storico, su Via Soccini.
Al Km 51, subito prima dell’attraversamento del centro abitato di San Giovanni D’asso, verrà posto il Traguardo a Premi “Città del Tartufo”.

Imboccata la SP 14 la strada è in pianura per circa 7 chilometri fino al paese di Torrenieri. Subito dopo l’attraversamento della cittadina inizierà il secondo tratto di strada bianca denominato “Val di Cava”; sono circa 6 Km impegnativi ondulato, molto nervoso con curve e saliscendi. Terminata la strada bianca si svolterà sulla SP del Brunello in direzione Montalcino. In salita facile per il primo passaggio sul traguardo. Lasciata Montalcino la strada scende senza particolari difficoltà in direzione di Castelnuovo Dell’Abate dove i corridori affronteranno il terzo tratto di strada bianca denominato “Sesta”. Il tratto misura complessivamente 8 chilometri. Al Km 94 inizia il quarto ed ultimo tratto di strada bianca, denominato “Argiano”; tratto di circa 6 chilometri, con prima parte breve in discesa, una seconda parte e l’ultima parte panoramica e pianeggiante. Dal borgo di Tavernelle si percorrerà la SP117 in direzione Montalcino. E’ il tratto in salita più impegnativo: 5 chilometri con salite ben oltre il 10%. Gli ultimi 3 Km sono di discesa e riportano all’ingresso di Montalcino su Via Soccorso Saloni ed arrivo in Piazza Del Popolo.