Festa della Repubblica: onorificenze e medaglie

Tutte le onorificenze per la Festa della Repubblica

Venerdì 2 giugno, a partire dalle ore 10, in Piazza Duomo, la celebrazione della Festa della Repubblica si aprirà con la solenne cerimonia dell’alzabandiera, simbolo dell’Unità nazionale e la lettura del messaggio del Presidente della Repubblica.

Seguiranno gli interventi del Sindaco, Bruno Valentini, del Presidente della Provincia, Fabrizio Nepi, di due studenti delle Scuole Superiori e del Prefetto, Armando Gradone.

Successivamente si procederà alla consegna delle Onorificenze dell’Ordine “Al Merito della Repubblica Italiana” e delle Medaglie d’Onore e della Liberazione a quanti hanno partecipato alla Resistenza e alla Lotta di Liberazione.

La “ Banda Città del Palio”, alle 11,30, eseguirà il consueto concerto in Piazza Salimbeni.

Alle ore 12, giovani talenti musicali si esibiranno in concerto nei locali dell’Accademia Musicale Chigiana.

I festeggiamenti si concluderanno alle ore 16,30 in Piazza Duomo con la Cerimonia dell’ammainabandiera.

L’Ordine “Al merito della Repubblica Italiana” fu istituito con la Legge 3 marzo 1951, n. 178, e rappresenta il primo fra gli Ordini nazionali. Esso è destinato a “ricompensare benemerenze acquisite verso la Nazione nel campo delle lettere, delle arti, della economia e nel disimpegno di pubbliche cariche e di attività svolte a fini sociali, filantropici ed umanitari, nonché per lunghi e segnalati servizi nelle carriere civili e militari.”. Il Presidente della Repubblica è il Capo dell’Ordine.

Il riconoscimento commemorativo, costituito dalle Medaglie è, invece, di recente costituzione in quanto realizzato su iniziativa del Ministro della Difesa che ha inteso rivolgere una particolare attenzione nei confronti di tutti coloro che hanno partecipato alla Resistenza e alla Lotta di Liberazione (partigiani, internati militari nei lager nazisti, combattenti inquadrati nei Reparti delle Forze Armate). La creazione della Medaglia ha preso spunto dalla visita effettuata il 31 gennaio 2015 dal Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, al Mausoleo delle Fosse Ardeatine, e la sua raffigurazione si è ispirata alla cancellata del Monumento, opera dello scultore Mirko Basaldella.
Gli insigniti:

Medaglia d’Onore alla memoria
Michele GIANNOTTI di Siena

Medaglia della Liberazione
Socino ALBIZZI di Siena
Bruno TOGNAZZI PACENTI di Siena
Ivreo BECUCCI di Abbadia S. Salvatore
Franco SBRILLI, di Castiglione d’Orcia

Onorificenza di Cavaliere
Francesco PEDANI, Governatore Misericordia di Colle Val d’Elsa
Franco ROMANI, Direttore Teatro Popolare “Il Bruscello Poliziano”
Andrea CRESTI, ex docente Università degli Studi di Siena – Ideatore e regista del Teatro Monticchiello
Daniele PALAZZOLI, Maresciallo Aiutante, Comandante Stazione Carabinieri Pienza
Luigi MARTONE, Luogotenente del. Nucleo di Polizia Tributaria del Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Siena
Paride MINERVINI, Maggiore dell’Esercito Italiano, Ispettore Onorario per la tutela dei Beni Artistici e Storici–Perito balistico-Consulente Ministero Difesa
Giorgio MORGANTI, di Siena, Agente della Polizia di Stato, alla memoria
Laura BORSI, Funzionario Agenzia delle Entrate
Vittoria MARZIARI, Scultrice
Pasquale FEDELE, Ricercatore e Ingegnere fondatore di Liquiweb start-up nel campo medico e informatico
Maria Rosa TABELLINI, ex docente Universitario, animatrice di un laboratorio di scrittura nella Casa di Reclusione di S. Gimignano
Gaia TANCREDI, Giornalista e Presidente Legatumori senese
Cesare RINALDI, Comandante Polizia Municipale Siena
Roberto TRUBIANI, Colonnello, Capo di Stato Maggiore Brigata Paracadutisti Folgore Livorno ed ex Comandante del 186° Reggimento Paracadutisti Folgore di stanza a Siena
Rosa INZERILLI, Vice Prefetto Vicario della Prefettura di Siena

Onorificenza di Ufficiale
Fulvio BENICCHI, Direttore Generale Banca Valdichiana, Credito Cooperativo Tosco Umbro di Chiusi