Festa dell’Arma dei Carabinieri: il bilancio dell’anno operativo e i principali risultati

Numerose le operazioni contro rapinatori e ladri, 6.660 i reati perseguiti, cala la delittuosità

Durante le celebrazioni per i 204 anni dalla fondazione dell’Arma dei Carabinieri alla caserma di viale Bracci, è stato tracciato l bilancio dell’anno operativo appena trascorso con i risultati conseguiti

Sono circa 600 i carabinieri del Comando Provinciale di Siena, distribuiti su 56 presidi (dei quali 10 dei carabinieri forestali), a protezione degli oltre 270.000 cittadini che vi risiedono ed operano in tutti i comuni del territorio.
Nel periodo che va dall’1 giugno 2017 al 31 maggio 2018 i reparti del Comando provinciale di Siena hanno perseguito 6.660 reati (7.166 quelli complessive di tutte le forze dell’ordine). Il dato evidenzia un calo della delittuosità nella provincia di Siena dove è proseguito il trend positivo dello scorso anno quando le denunce complessive sono state 8.243 a fronte delle 8.549 del periodo 2015/2016.
L’attività di prevenzione dei militari dell’Arma ha visto l’impiego di 67.138 militari impegnati in 36.869 servizi, in aumento rispetto all’anno precedente che vedeva un dato 65.460 carabinieri impiegati nello svolgimento di 26.238 servizi. Nell’ambito dell’ordine pubblico sono stati 4.512 i militari impiegati in 1.180 servizi.
La tipologia di reati maggiormente commessi nella provincia di Siena riguarda furti e rapine (54%), truffe e frodi sono il 14%, i reati di litigiosità (lesioni, percosse, minacce, ingiurie) sono all’8%, mentre altre tipologie sono il restante 24% del totale. 99.320 sono le chiamate giunte al 112 con un dato sostanzialmente stabile negli ultimi 3 anni. Le denunce in stato di libertà sono state 1.590, in aumento rispetto all’anno precedente quando sono state 1.489, così come sono aumentati gli arresti: 189 a fronte dei 170 del periodo 2016/2017.

Queste le principali operazioni di Polizia Giudiziaria del personale dell’Arma in ambito provinciale:

27 settembre 2017 – Operazione Liberto
A seguito di indagine, militari della Compagnia di Poggibonsi traevano in arresto 3 persone di nazionalità turca, responsabili di intermediazione illecita di manodopera (Caporalato). Le vittime del sistema criminoso organizzato dai caporali erano costrette a turni di lavoro massacranti e a condizioni di vita impossibili in alloggi fatiscenti forniti in uso dai malfattori. La perfetta ricostruzione dei meccanismi dello sfruttamento dei lavoratori stranieri permetteva di ottenere le ordinanze di custodia cautelare in carcere che interrompevano le attività delittuose.

31 gennaio 2018 – Arresto di un rapinatore seriale
A seguito di prolungata attività d’indagine, militari del Nucleo Investigativo traevano in arresto un pregiudicato, autore di 12 rapine ad istituti di credito nelle province di Siena, Pisa, Firenze e Grosseto. L’attività, svolta con metodiche investigative tradizionali sino all’individuazione di un personaggio sospetto, si sviluppava attraverso il monitoraggio degli spostamenti di un’autovettura sul territorio delle Provincie di Siena e Grosseto, attraverso una serie di impianti di videosorveglianza, attraverso la comparazione delle immagini delle rapine. La successiva analisi delle presenze del cellulare del sospettato nei luoghi delle rapine confermava e corroborava gli elementi precedentemente raccolti.

19 febbraio 2018 – Arresto di rapinatori in abitazione
Militari della Compagnia di Poggibonsi traevano in arresto 3 persone, di nazionalità albanese, per rapina aggravata in abitazione nei confronti di 2 anziani, selvaggiamente malmenati e derubati dei beni che detenevano in casa. Le indagini condotte nell’immediatezza dell’evento delittuoso consentivano nel giro di 24 ore di assicurare alla giustizia 3 cittadini albanesi che si erano resi protagonisti dell’azione criminale. L’operazione di servizio riscuoteva grande interesse in campo nazionale, venendo ripresa dalle principali emittenti televisive nazionali che dedicavano dei servizi speciali al racconto della deprecabile aggressione e all’efficacia della risposta dell’Arma.

20 marzo 2018 – Operazione Off-line
A seguito di indagine, militari della Compagnia di Siena traevano in arresto 8 persone – delle quali 7 di nazionalità albanese – appartenenti a gruppo criminale dedito a furti in abitazione. L’operazione consentiva di recuperare presso il principale ricettatore della refurtiva un’ingente quantitativo di monili d’oro, posti a diposizione per il riconoscimento e la restituzione alle vittime dell’attività delittuosa. Con tale operazione venivano ricostruite le responsabilità delle persone arrestate in relazione a ben 66 furti in abitazione compiuti nella Provincia di Siena, Arezzo e Firenze tra novembre 2017 e marzo 2018.

Electronic Flare
Estra
Terre Cablate
Centro Farc
Europa Due
Siena Bureau