Galligani (Lega): “Scotte, votare Ceccardi per dire no ad accordo poltrone sanità Pd-Renzi”

Le parole del candidato capolista del Carroccio: "Solo il voto a Susanna Ceccardi avrà il potere di impedire questo riprovevole scenario"

Scotte, la dichiarazione di Riccardo Galligani, candidato capolista Lega per la Provincia di Siena alle Regionali:

“La sequela di inaugurazioni e il profumo di risorse che lo schieramento di centrosinistra promette per i prossimi anni non devono far scordare agli elettori senesi, soprattutto a quelli che lavorano al Santa Maria delle Scotte, cosa è avvenuto nell’ultimo quinquennio. Tante promesse suonano già come un’ammissione di responsabilità dei ritardi accumulati e non significano garanzia che le risorse annunciate ci siano davvero nei bilanci futuri della Regione. Per questo chiedo a quanti hanno a cuore il futuro dell’Azienda Ospedaliera Universitaria di votare Lega e Susanna Ceccardi alla carica di Presidente della Regione Toscana”.

“E’ l’appello di Riccardo Galligani, candidato capolista della Lega per la Provincia di Siena che rincara la dose: “Il Policlinico universitario, alla pari di Careggi, era destinato ad essere polo attrattivo per chirurgie di alta specializzazione, ma in questi cinque anni non solo il ruolo gli è stato conteso dalle province di Arezzo e Grosseto, con pretese che una politica miope ed in cerca solo di consensi ha avallato, ma sono anche state dimezzate le direzioni universitarie, non è stata impedita la fuga di medici e talune équipe chirurgiche sono quotidianamente costrette a sopperire con la propria professionalità alla carenza di strutture che hanno più di quarant’anni”.

“Il Partito Democratico e Stefano Scaramelli, tuttora presidente della Commissione Sanità, hanno di fatto sostenuto il depauperamento dell’Istituzione sanitaria senese. – dice il candidato capolista della Lega – I cittadini della provincia di Siena devono fargli pagare il prezzo delle omissioni commesse. Tanto più che la sua sbandierata pretesa a una carica di assessore alla Sanità è già di per sé rivelatrice della volontà sua e di Giani di perseverare nelle politiche che hanno prodotto tali danni alla nostra collettività.”

“Solo il voto a Susanna Ceccardi – conclude il capolista Riccardo Galligani – avrà il potere di impedire questo riprovevole scenario”.