“Hardship of Life” è lo scatto vincitore del Siena International Photo Awards 2021

L'opera del fotografo turco Mehmet Aslan è lo scatto vincitore assoluto. Tante le fotografie premiate nelle varie categorie

È stata presentata questa mattina, giovedì 21 ottobre, l’edizione 2021 del Siena Awards, che animerà Siena e dintorni dal 23 ottobre al 5 dicembre con un ricco programma di mostre. L’ospite d’eccezione sarà il fotoreporter americano Steve Winter con “Big Cats”, la più grande retrospettiva mai realizzata su di lui. Il festival delle arti visive, inoltre, darà spazio alle opere di tanti altri grandi obiettivi internazionali: da Brent Stirton, icona del fotogiornalismo con una mostra monografica allestita nel Centro culturale “La Tinaia” di Sovicille, alle mostre collettive che riuniranno scatti e video straordinari in arrivo da tutto il mondo, premiati nei tre concorsi promossi dal Siena Awards (“Siena International Photo Awards”, “Creative Photo Awards” e “Drone Photo Awards”) fino a due mostre diffuse a Siena e Sovicille.

Oggi, giovedì 21 ottobre 2021, è anche il giorno dei vincitori del SIPA 2021. La foto “Hardship of Life” scattata dal fotografo turco Mehmet Aslan è lo scatto vincitore assoluto del Siena International Photo Awards (SIPA) 2021. L’immagine, di forte impatto emotivo ed emozionale, arriva dal distretto di Reyhanli, nella provincia turca di Hatay situata al confine con la Siria. Ritrae un uomo senza una gamba, persa a causa di una bomba, mentre prende in braccio il figlio nato senza arti inferiori e superiori a seguito di una malformazione provocata dall’assunzione di farmaci da parte della madre colpita, durante la guerra, anche dal gas nervino. La foto è stata selezionata dalla giuria fra decine di migliaia di immagini inviate da fotografi di 163 Paesi.

Brent Stirton, fotogiornalista sudafricano residente negli USA, corrispondente senior di Getty Images, con i suoi straordinari reportage dal Congo, ha ricevuto il titolo di “Best Author 2021”.

Nella categoria Street ha vinto la fotografa indiana Lopamudra Talukdar con Childhood, uno scatto che racconta il divertimento all’aperto dei bambini cubani che giocano nei cortili delle loro abitazioni mentre i social e internet imperversano nella vita dei loro coetanei di tutto il mondo. Il fotografo russo Sergey Savvi conquista, invece, il primo posto nella categoria Travel con la foto This is My Jungle! scattata nello Yala National Park, in Sri Lanka. Lo scatto, che ritrae un elefante mentre attacca una jeep piena di gente, invita a riflettere sulla necessità di avere maggiore cura e rispetto della natura, evitando di correre inutili rischi causati dall’imprudenza.

Arriva dalla città bulgara di Plovdiv Zor, lo scatto vincitore nella categoria People firmato dalla fotografa italiana Selene Magnolia. L’immagine ritrae una giovane sposa in una strada del popoloso ghetto rom di Stolipinovo. Nella categoria Nature la fotografa di Taiwan Shirley Wung conquista il primo posto con Green Light Forest, scattata a Wufeng (Taiwan) lungo un sentiero di montagna illuminato da una moltitudine di lucciole scintillanti che conferiscono al paesaggio un’atmosfera fiabesca. Primo posto per il fotografo statunitense Ronan Donovan nella categoria Wildlife con la foto Food for Weeks, scattata nell’Artico canadese con una camera trap posizionata all’interno di una grossa carcassa di bue muschiato che ha permesso di fotografare un branco di dieci lupi che, per oltre un mese, ritornava a nutrirsi.

Nella categoria Architecture il primo posto va al fotografo italiano Gustav Willeit con Lona / Biala. La foto, scattata a Londra, è tratta dalla serie “Biala”, un progetto sull’architettura urbana in cui le immagini non ritraggono interi edifici ma soltanto porzioni di facciate che, attraverso un gioco di forme e colori, spogliano gli edifici della loro effettiva funzione abitativa. Arriva, invece, dalla città indiana di Calcutta lo scatto Street Fighting firmato dal fotografo indiano Anupam Roy Chowdhury vincitore nella categoria Sport. L’immagine ritrae wrestler locali che si affrontano in un incontro organizzato nel mercato Raja Katra in occasione della festa del Diwali, una delle più importanti in India.

La foto Captive del fotografo svedese Marcus Westberg, che ritrae un panda gigante seduto solitario in una gabbia di un centro di riproduzione nella provincia cinese di Shaanxi, conquista il primo posto nella categoria Journalism. L’immagine rappresenta la contrapposizione tra intenzioni espresse e realtà, con un animale selvatico tenuto in gabbia in nome della conservazione della specie e del ripopolamento degli habitat selvatici. Con Buzzard at Dusk il fotografo inglese Ben Pulletz conquista il primo posto nella categoria Under 20. La foto scattata a Somerset, nel Regno Unito, immortala una poiana sui rami di un albero. Ben è riuscito a sfruttare al meglio la luce del tramonto così da rendere il rapace protagonista assoluto dello scatto.

Nell’edizione 2021 del Siena International Photo Awards (SIPA) non poteva mancare la categoria Covid, vinta dal fotografo spagnolo Brais Lorenzo Couto con Birthday, una foto scattata all’interno di una casa di cura a Ourense, in Galizia. Lo scatto è dedicato ai festeggiamenti per il compleanno di Elena Pérez, 98 anni, due settimane dopo che la signora è riuscita a superare il Covid-19.

Il SIPA ha premiato il fotografo sudafricano Brent Stirton anche nella categoria Storyboard, con Saving Chimpanzees in Congo, e la fotografa bengalese Farida Alam nella categoria Video con My Sister and I.

Di seguito il link per vedere tutte le foto vincitrici del Siena International Photo Awards 2021: sipacontest.com/gallery.

Elenco dei vincitori per ogni categoria:

Street: Lopamudra Talukdar, India
2° Aristide Economopoulos, Stati Uniti | 3° Mohammad Mohsenifar, Iran

Journeys & Adventures: Sergey Savvi, Russia
2° Mac Stone, Stati Uniti | 3° Antonio Aragon Renuncio, Spagna

Fascinating faces and character: Selene Magnolia, Italia
2° Lee-Ann Olwage, Sudafrica | 3° Audrey Jeane, Stati Uniti

The beauty of Nature: Shirley Wung, Taiwan
2° Johannes Lochner, Sudafrica | 3° Domenico Tripodi, Italia

Animals in their Environment: Ronan Donovan, Canada
2° Roie Galitz, Israele | 3° Nicolas Reusens Bodén, Svezia

Architecture & Urban Spaces: Gustav Willeit, Italia
2° Tianming Zhang, Cina | 3° Manolo Espaliú, Spagna

Sports In Action: Anupam Roy Chowdhury, India
2° Daniel Mullan, Regno Unito | 3° Adam Pretty, Australia

Documentary & Photojournalism: Marcus Westberg, Svezia
2° Brent Stirton, Sudafrica | 3° Nuno André Ferreira, Portogallo

Covid-19: Brais Lorenzo Couto, Spagna
2° Ares Jonekson, Indonesia | 3° Rodrigo Cabrita, Portogallo

Under 20: Ben Pulletz, Regno Unito

Storytelling: Brent Stirton, Sudafrica
2° Jeremy Lempin, Francia | 3° Avishag Shaar-yashuv, Israele | 3° Valery Melnikov, Russia

Video Documentary: Farida Alam, Bangladesh
2° Julia Schönstädt, Germania | 3° Alex Lindbloom, Stati Uniti