I ristoratori senesi domani in Piazza del Campo per consegnare le chiavi dei locali al sindaco

Disperazione e rabbia da parte dei ristoratori che consegneranno anche un documento: "Sarà un gesto importante, un messaggio forte con un grande impatto. Niente contro l'Amministrazione, anzi" sottolineano gli organizzatori del flash mob

I ristoratori di Siena sono pronti a consegnare simbolicamente le chiavi delle loro attività al sindaco, in segno di protesta contro le decisioni del Governo in merito alla ripresa delle attività nella fase 2.

I ristoratori si ritroveranno domani mattina alle ore 11:15 in Piazza del Campo, dove ognuno di loro consegnerà col dovuto distanziamento, depositandola in un apposito contenitore, una chiave vecchia, inutilizzata (non l’originale) a cui verrà attaccato il biglietto da visita dei locali o la semplice targhetta in plastica con scritto nome e cognome del titolare e il nome dell’attività.

Insieme alle chiavi i ristoratori consegneranno al sindaco un documento ufficiale, elaborato dagli organizzatori e firmato da tutti gli aderenti, dove si mette in luce varie richieste e necessità al fine di tutelare le attività ed i dipendenti.

“Abbiamo avuto premura di avvisare il sindaco e l’assessore Tirelli – spiega Niccolò Moretti, titolare della Taverna del Capitano, uno degli organizzatori – sarà un gesto importante, un messaggio forte con un grande impatto. Ci teniamo a precisare che i ristoratori senesi non sono furiosi e non vogliamo che questa manifestazione sia vista come un attacco alla nostra Amministrazione, tutt’altro. Chiediamo unione, dialogo, collaborazione ed un aiuto concreto”.

Estra
Electronic Flare
Centro Farc
Terre Cablate
Siena Bureau
Europa Due