I turisti in Piazza del Campo: “Bella Siena, ma tra tre ore ripartiamo”

Questione del turismo, le interviste di Siena Tv ai visitatori stranieri e non della città del Palio: la tendenza principale è quella del mordi e fuggi. Visita media di tre ore e si riparte, senza rimanere a dormire

La questione del turismo in calo rimane centrale nel dibattito cittadino senese. Questa volta, ai microfoni di Siena Tv, abbiamo lasciato la parola agli ospiti che visitano la nostra città in questi giorni, per capire impressioni e modalità dei loro soggiorni nella città senese. E sopratutto quanto tempo decidono rimanere. La tendenza principale riscontrata è quella del “mordi e fuggi”.

“Veniamo dalla parte est della Francia – affermano alcuni visitatori – stiamo facendo un viaggio nel nord e centro Italia; visitiamo Siena solo per un giorno. Siamo arrivati ieri sera, abbiamo visitato Firenze e poi siamo venuti qua, ripartiremo probabilmente domani. Vogliamo visitare più città possibili, non abbiamo molto tempo.”

Dalle varie interviste realizzate, si evince come Siena sia una delle tante città d’arte italiane da visitare in poche ore, senza bisogno di soffermarsi per più giorni in modo da goderne a fondo i suoi angoli più segreti e le sue bellezze nascoste. Sembra non esserci traccia di un turismo stanziale desideroso di sostare più a lungo per una visita anche di qualche giorno. “Siamo qua per vedere la città, come ad esempio la Torre. Stiamo ad Arcidosso, siamo qua solo per visitare la città. Ripartiremo oggi, tra circa 3 ore” è la timeline indicata da altri turisti.

A parte le immancabili tappe in Piazza del Campo, Torre del Mangia, Duomo e i musei, sembrerebbero non esserci altre location o attività capaci di attrarre i visitatori, che fanno un giro sommario della città ma non ci restano a dormire. “Sono Olandese ma vivo negli Stati Uniti; siamo in vacanza qua in Toscana. Stiamo in un appartamento a Mercatale, a San Casciano. Siamo qua solo per un giorno” è la testimonianza di un altro ospite.

Il Comune ha lavorato molto negli ultimi mesi per organizzare eventi o iniziative diversificate e mirate a trattenere di più gli ospiti, ma parlando con il turista medio si capisce che principalmente viene attratto a Siena avendo sentito parlare del Palio. Che rimane la principale attrazione senese. Dopo una visita fugace di qualche ora, se ne torna a dormire nella provincia, che appare più appetibile per un lungo soggiorno. Lo testimonia l’ennesimo visitatore interpellato: “Sono qua in vacanza con la mia famiglia – ha detto –  che è olandese e ho sempre voluto venire a Siena dopo aver visto la storia del Palio su National Geographyc. Sono stato in Italia prima d’ora ma mai a Siena. Stiamo qua solo per un giorno, visitiamo la città e poi torniamo nel Chianti”.

Electronic Flare
Estra
Terre Cablate
Centro Farc
Siena Bureau
Europa Due