Il Comune riprogramma le risorse MIUR 2019 per le scuole dell’infanzia e nidi

194.310 euro saranno spesi entro il prossimo mese di dicembre per aiutare in maniera concreta numerose famiglie in questo particolare momento di fragilità economica

Il Comune di Siena, con l’approvazione della Giunta riunitasi lo scorso 19 novembre, ha stabilito una riprogrammazione, visto il prolungarsi della situazione emergenziale che ha determinato la cessazione dell’attività educativa in presenza, delle risorse del Piano di azione nazionale pluriennale per la promozione del sistema integrato dei servizi di educazione e istruzione per i bambini in fascia d’età 0-6 anni.

Infatti nella delibera predisposta dall’assessorato all’Istruzione è stata colta la possibilità, autorizzata dalla Regione Toscana, di rimodulare l’utilizzo delle risorse a disposizione. Con l’adozione dell’atto ben 194.310 euro saranno spesi entro il prossimo mese di dicembre per aiutare in maniera concreta numerose famiglie in questo particolare momento di fragilità economica generata dalla pandemia da Covid-19.

Nello specifico si è deciso di provvedere all’abbattimento dei costi relativi alla frequenza dei nidi dell’infanzia comunali (0-3 anni) per i posti già coperti con le iscrizioni dell’anno educativo in corso, con l’applicazione di una riduzione del 100% per le singole quote di frequenza relative a questo mese di novembre e a favore di 214 bambini paganti per un importo di 75.060,80 euro. In parallelo 51.496 euro saranno destinati alle scuole dell’infanzia comunali, mentre 67.753,60 andranno a sostegno dei nidi comunali e privati accreditati calcolati su ogni bambino frequentante e residente nel Comune.