Incidente Zanardi: udienza dal gip il 26 maggio sulla richiesta di archiviazione per il camionista

Fissata l'udienza di archiviazione di fronte al gip Cornetti: la famiglia si è opposta alla richiesta della Procura di archiviare le accuse nei confronti del camionista. Non è da escludere che vengano disposti altri accertamenti

E’ stata fissata al 26 maggio, dinanzi al gip Ilaria Cornetti, l’udienza per la discussione della richiesta di archiviazione della Procura di Siena relativa all’indagine sull’incidente che ha coinvolto sulla sp 146 a Pienza nel giugno 2020 il campione paralimpico Alex Zanardi e il camionista Marco Ciacci, durante il passaggio della staffetta Obiettivo Tricolore.

Dopo lunghi mesi di indagini e battaglie a suon di perizie, i magistrati senesi hanno chiesto al gip l’archiviazione delle accuse di lesioni colpose ipotizzate carico del conducente, evidenziando come la caduta di Zanardi dalla handbike fosse frutto di una manovra di reazione alla vista del mezzo pesante che avrebbe tenuto una condotta lecita alla guida; alla richiesta di archiviazione si è opposta però la difesa della famiglia dello sportivo bolognese che insiste sull’invasione di carreggiata da parte dell’autotreno. E così se ne discuterà davanti al giudice, che di solito, in caso di richiesta di archiviazione, può esprimersi subito (de plano) tramite decreto o convocare in determinati casi del codice di procedura penale, un’apposita udienza. Dove non si esclude che possano essere disposti ulteriori approfondimenti.

C.C