“Memorial Sandro Finetti”: vince la Mens Sana

Sono i biancoverdi, che hanno battuto sia Virtus che Costone, ad aggiudicarsi il triangolare alla memoria dell'indimenticato Sandro Finetti, figura di spicco del basket senese

E’ la Mens Sana ad aggiudicarsi il “memorial Sandro Finetti”, il triangolare tra Virtus, Mens Sana e Costone organizzato oggi al PalaPerucatti per ricordare una figura di spicco del basket senese, il cui nome è stato per oltre 40 anni legato alla Virtus.

Si sono giocate tre partite da 20 minuti, intervallate da una gara del tiro da 3 punti che ha visto sfidarsi i migliori interpreti delle tre squadre. Il primo match ha visto opposte la Mens Sana contro la Virtus: sono stati i biancoverdi a spuntarla, col punteggio di 42-34. La Mens Sana ha bissato poi il successo della prima partita superando anche il Costone, per 42-38, vincendo così il memorial.

Il match tra Virtus e Costone è appannaggio dei ragazzi di coach Spinello: finisce 43-29.

VIRTUS SIENA – MENS SANA BASKETBALL 34-42
VIRTUS: Berardi, Calvellini, Bartoletti 6, Lazzeri 2, Bianchi 5, Olleia 8, Lenardon, Imbró 6, Ndour 5, Nepi 2, Costantini, Bovo. All. Spinello
MENS SANA: Carapelli, Monnecchi, Perin 11, Pannini 8, Iozzi 5, Sprugnoli 2, Manetti, Chiti 7, Milano, Sabia 4, Collet, Gelli 5. All. Binella
È una bella partita quella inaugurale tra Virtus e Mens Sana. Altissima l’intensità già dal primo possesso, che le due squadre trascinano per tutta la partita. Le due compagini si rispondono colpo su colpo, la Virtus con Ndour e Olleia e la Mens Sana con Perin, assoluto fulcro offensivo dei biancoverdi. È proprio il tiro dalla lunga, che sorride alla Mens Sana e non alla Virtus, a fare la differenza, con i biancoverdi che si portano avanti nel finale proprio con una tripla di Perin. Nonostante sia precampionato i nervi sono tesi e nessuno ci sta a perdere, condizione che rende il finale molto avvincente. Alla fine a fare la differenza è la precisione dalla lunetta di Pannini, che con un 6/6 nel finale chiude i conti sul 34-42.
VIRTUS SIENA – COSTONE SIENA 43-29
VIRTUS: Berardi, Calvellini, Bartoletti 3, Lazzeri 2, Bianchi, Olleia 17, Lenardon 7, Imbró 8, Ndour, Nepi 6, Costantini, Bovo. All. Spinello
COSTONE: Ricci 4, Juliatto 6, Ceccarelli 2, Angeli, Panichi, Curti, Silveira 10, Tognazzi 7, Bruttini. All. Braccagni
L’incontro inizia subito in salita per il Costone, con il fastidio muscolare di Bruttini che costringe l’esterno al forfait dopo appena 1 minuto di gioco. La Virtus piazza il primo break, prontamente ricucito dal Costone con un brillantissimo Silveira, molto attivo sotto le plance. La Virtus rimane però concentrata in difesa e recupera molti palloni che portano a facili appoggi in contropiede. Nel secondo tempo il Costone prova a tornare a contatto, ma la Virtus ha un Olleia in grande spolvero e la ritrovata mira dai 6.75 fa la differenza, con i rossoblu che portano a casa l’incontro per 43-29.
MENS SANA BASKETBALL – COSTONE SIENA 42-38
MENS SANA: Carapelli, Monnecchi, Perin 4, Pannini 8, Iozzi 5, Sprugnoli 4, Manetti, Chiti 10, Milano, Sabia 2, Collet, Gelli 9. All. Binella
COSTONE: Ricci, Juliatto 6, Ceccarelli 5, Angeli 4, Panichi 2, Curti 2, Silveira 5, Tognazzi 14. All. Braccagni
L’ultima partita del pomeriggio regala un altro finale in volata, e si percepisce già dai primi possessi, dove nessuna squadra sembra intenzionata a fare un passo indietro. La Mens Sana costruisce bene in attacco ma il Costone è bravo a rispondere colpo su colpo, portandosi in vantaggio grazie a un ottima difesa che porta a tanti canestri in velocità. La Vismederi tocca il massimo vantaggio sul 22-14, ma in avvio di secondo tempo i biancoverdi piazzano un parziale che li riporta avanti nel punteggio. Silveira continua a fare la voce grossa sotto i tabelloni, ma la poca precisione dalla lunetta costa cara ai gialloverdi, che in un finale thrilling non riescono a superare la Mens Sana che vince così 42-38 conquistando il torneo.