Mps, arrivano le offerte per il mattone tra Roma, Firenze e Milano, ma non Siena

Lunedì sul tavolo degli advisor le manifestazioni di interesse

Entro la fine dell’anno Mps potrebbe concludere un’altra importante cessione. Secondo i rumors, dopo oltre un anno di sondaggi sul mercato la banca senese guidata da Marco Morelli raccoglierà molto presto le prime proposte su un corposo pacchetto di immobili valutato circa 350 milioni.

In lizza, racconta Milano Finanza, ci sono alcuni dei principali operatori nel settore immobiliare e sul mercato si fanno i nomi di Blackstone, Cerberus, Prelios e Goldman Sachs.

L’operazione riguarda alcuni asset di pregio della banca  a partire dalle sedi nelle grandi città. Fra gli asset in vendita, solo cinque immobili valgono complessivamente 250 milioni di euro. Fra questi figurano la sede storica della banca a Milano, situata in via Santa Margherita 11, nei pressi della Scala, due immobili in via del Corso a Roma e altri due a Firenze (Palazzo Sassetti) e a Padova.

E ancora, vendono ceduti immobili (in tutto 28), sull’intero territorio nazionale, da Trieste a Bisceglie, diversi a Padova e tre a Mantova e provincia. Le offerte possono riguardare i singoli asset o l’intero portafoglio, fra i cui soggetti potenzialmente interessati ci si attende la solita schiera di fondi, soprattutto americani, a caccia di affari con il mattone italiano.

Lunedì 29 luglio l’advisor Duff & Phelps Reag dovrebbe ricevere le manifestazioni di interesse, mentre le offerte non vincolanti sarebbero attese entro il 16 settembre, dopodiché ci sarà la scrematura e si aprirà la fase delle offerte vincolanti, con l’obiettivo di chiudere l’operazione entro il 2019.

Estra
Electronic Flare
Terre Cablate
Centro Farc
Siena Bureau
Europa Due