Mps, cda “interlocutorio” su piano e aumento di capitale

Riunione del board di Mps

Primo consiglio di amministrazione, dopo la pausa estiva, per Monte dei Paschi di Siena che sceglie la sede di Milano per fare il punto sulla situazione dell’istituto di credito. Sul tavolo dell’amministratore delegato Fabrizio Viola la priorità resta il piano sul futuro di Rocca Salimbeni, dopo gli stress test della Bce e le indicazioni arrivate dagli advisor, Jp Morgan e Mediobanca, che hanno lavorato senza pausa, anche nel periodo estivo, per mettere a punto i dettagli del progetto chiamato a risollevare Mps. Il cda di ieri è stato piuttosto breve e interlocutorio, nessuna fuga in avanti: i tempi del piano restano quelli già noti al mercato per l’istituto che deve ufficialmente fissare l’aumento di capitale – pari a circa 5 miliardi di euro – e definire i termini del piano industriale previsto per il mese prossimo. Sui dettagli – come l’ipotesi di un possibile intervento sulle obbligazioni subordinate nel portafoglio degli investitori istituzionali – nulla trapela e la discrezione da parte di tutti i consiglieri è massima.

Errebian
Estra
Electronic Flare
All Clean Sanex
Centro Farc
Terre Cablate
Siena Bureau
Europa Due