Mps rivede valore attività fiscali differite, impatto negativo di 1,2 mld

La banca fa sapere che non ci sarà impatto in termini di ratios patrimoniali e gestione del gruppo

Banca Mps fa sapere di aver rivisto il valore delle proprie attività fiscali differite (Dta) iscritte a bilancio dopo l’approvazione della legge di bilancio per il 2020 con un impatto negativo complessivo per il gruppo, sulla base delle stime preliminari, di 1,2 miliardi di euro. Mps sottolinea però che non sono previsti impatti in termini di ratios patrimoniali (il rapporto fra il capitale e le attività ponderate per il rischio) e sull’andamento della gestione caratteristica del Gruppo MPS.