Mps, titolo risale dal minimo storico ma resta sotto i 2,7 euro

Azioni in caduta libera da giorni dopo il passivo del 16% del titolo nell’ultimo mese con conseguenti perdite per lo Stato ed i contribuenti

Mps chiude la giornata in Borsa con un rialzo dell’1,8%, restando comunque sotto i 2,7 euro ad azione, continua imperterrito ad aggiornare i suoi minimi storici. In Borsa le azioni sono ormai in caduta libera da giorni dopo che nell’ultimo mese il titolo ha perso oltre il 16% ampliando ancora di più la perdita per lo Stato e quindi per i contribuenti. Montepaschi ha perso nel 2017 circa 200.000 clienti, passando da 5,1 a 4,9 milioni. Circa 200.000 clienti sono anche quelli che sono gestiti attraverso Widiba, la banca online del gruppo. Il bilancio evidenzia anche una diminuzione della raccolta complessiva pari al 2,9% Mps ha chiuso 287 sportelli nel 2017 e 150 a gennaio 2018 mentre la forza lavoro ha subito una riduzione dei dipendenti dai 25.566 del 2016 a 23.463. Un quadro dunque negativo ed è quindi probabile che alla prossima assemblea il management capitanato da Marco Morelli venga criticato soprattutto dai piccoli azionisti. L’Associazione Buongoverno Mps ha già deciso di avviare la raccolta delle deleghe per presentarsi in assemblea e sollevare il timore di dover di nuovo pagare le conseguenze di un nuovo salvataggio.

Estra
Lusini Gas
Cotas Radio Taxi
Electronic Flare
Europa Due
Siena Motori
Golmar Igiene professionale
Terre Cablate
Siena Bureau
Chianti Banca
Centro Farc