Niente Palii nel 2020, De Mossi: “Abbiamo provato a tenere aperta la partita fino in fondo”

Il sindaco commenta la sofferta decisione: "Massima condivisione ma anche massimo dispiacere"

Ufficiale: niente Palii nel 2020 (LEGGI QUI). A commentare la sofferta decisione, a margine della riunione a Palazzo Pubblico con i Priori, decano e vice decano dei Capitani, il prefetto Armando Gradone e il questore Costantino Capuano, è il sindaco Luigi De Mossi.

“E’ stata una decisione unanime, presa con la massima condivisione, ma anche con il massimo dispiacere – ha detto ai microfoni dei giornalisti – in queste condizioni non era possibile celebrare la nostra Festa. Il Palio è una festa di popolo e in questo momento, con queste condizioni, non la si può vivere. Sono tanti gli elementi che ci hanno indotto a tale scelta, penso ad esempio al controllo sui distanziamenti, che sarebbe impossibile. Il Palio ha i suoi tempi e la sua prospettiva, non saremmo stati in grado di dargliela. Abbiamo provato fino in fondo a tenere la partita aperta, rinviando la decisione, ma oggi si doveva fare una scelta e dare certezze, che prevalgono sul dispiacere. Aspettare la metà giugno? C’era bisogno di dare una risposta ai cittadini, anche per un motivo organizzativo” ribadisce il sindaco. “Il Palio comunque – assicura il primo cittadino – non finisce mai e il lavoro continua, questa è una decisione presa anche in funzione della salute dei cavalli e della professionalità dei fantini. Nomine pittori e Masgalano, scala tutto al 2021. Per quanto riguarda il protocollo e le previsite, ne parlerò con l’ufficio Palio”.

Errebian
Estra
Electronic Flare
All Clean Sanex
Centro Farc
Terre Cablate
Europa Due