Nuovi contatori di Acquedotto del Fiora, Siena Ideale: “Bollette abnormi”

"Sembra che il passaggio dai contatori meccanici a questi nuovi digitali abbia prodotto una crescita sproporzionata di consumo d’acqua" scrive l'associazione in una nota

“Sempre più cittadini a cui vengono recapitate fatturazioni anomale dell’utenza idrica si stanno rivolgendo alla nostra associazione – scrive in una nota stampa l’associazione Siena Ideale – Sensibilizzati sull’argomento abbiamo quindi raccolto anche altre testimonianze e lettere pervenute dall’Acquedotto del Fiora con cui si avvisano diversi utenti, di consumi atipici”.

“Il moltiplicarsi di queste lamentele ci ha indotto ad indagare, anche verso ditte operanti nel settore ed abbiamo accertato che questo fenomeno è divenuto numericamente rilevante, dopo la sostituzione dei contatori con la tipologia elettronica. Sembra che il passaggio dai contatori meccanici a questi nuovi digitali abbia prodotto una crescita sproporzionata di consumo d’acqua.
Verrebbe da pensare che i vecchi strumenti di misura non conteggiavano correttamente; ciò è supportato dall’analisi di alcuni casi emblematici, relative a fatture pervenute di migliaia di euro per abitazioni che, causa Covid, sono rimaste disabitate”.

“D’altronde neppure la ricerca di eventuali perdite, come ci ha testimoniato un’azienda di idraulica senese, non ha evidenziato alcuna irregolarità negli impianti. Viene quindi da pensare che forse i nuovi contatori non forniscono dati aderenti ai reali consumi”.

“Da questa verifica quello che più ci ha sorpreso, è rappresentato dal comportamento di addetti ai lavori, che in presenza delle motivate lamentele degli utenti suggeriscono di attivare una procedura di autodenuncia per perdita occulta. Pratica che consente sì di abbattere la bolletta degli oneri di depurazione, ma non risolverebbe il problema alla ‘fonte'”.

“È auspicabile – conclude l’associazione – che la direzione di Acquedotto del Fiora Spa attivi un attento controllo e accertamenti mirati onde appurare le reali cause di queste insolite fatture”.